Pardo resta l'uomo Champions di Mediaset dopo l'addio a Tika Taka. Ma l'esclusiva riguarda solo il calcio
di Marco Castoro

Pierluigi Pardo resta l'uomo Champions di Mediaset dopo l'addio a Tika Taka. Ma l'esclusiva riguarda solo il calcio

Nessun divorzio tra Pierluigi Pardo e Mediaset. Anzi, il matrimonio vive una seconda luna di miele. Il giornalista e conduttore romano, il cui contratto era in scadenza a fine maggio 2020, ha rinnovato l'accordo anche per la prossima stagione e sarà lui la voce della Champions League su Canale5 nella Final 8 di Lisbona e per tutta la competizione targata 2020-21. Non lo vedremo invece al comando di Tiki Taka. Del resto Pardo da tempo aveva comunicato a Mediaset di non voler proseguire la sua esperienza nel divertente programma di Italia 1, nonostante nell'ultima stagione abbia portato a casa ottimi risultati di ascolto, 8% di share anche grazie alla coppia Cassano-Vieri su cui Pardo ha sempre puntato. Il suo posto a Tiki Taka potrebbe prenderlo Piero Chiambretti. È difficile invece che tocchi a Giorgia Rossi, già in campo con Pressing e con la Champions.

Il contratto con Mediaset prevede sì il vincolo esclusivo sul calcio, ma non in altri ambiti extracalcistici. In pratica se Pardo dovesse partecipare o condurre un programma di attualità su La7 potrebbe farlo. Potrebbe pure partecipare a Tale e Quale Show vista la sua simpatia e la carica da esibizionista che lo contraddistingue. Scherzi a parte (e qui non ci stiamo riferendo al programma) il conduttore romano continuerà le sue telecronache delle partite più importanti della Serie A trasmesse da Dazn.

Pardo resta uno dei giornalisti più corteggiati anche in vista della prossima asta che assegnerà i diritti nel triennio 2021-24. Se dovessero entrare nuovi broadcaster il diretto interessato è lì alla finestra pronto a valutare l’offerta.
Ultimo aggiornamento: Lunedì 13 Luglio 2020, 18:53
© RIPRODUZIONE RISERVATA