Paola Perego, il figlio dj comunica l'esito del primo tampone: «Voglio tranquillizzare tutti i miei contatti»

Paola Perego, il figlio dj comunica l'esito del primo tampone: «Voglio tranquillizzare tutti i miei contatti»

Riccardo Carnevale, il figlio di Paola Perego, è risultato negativo al primo tampone da coronavirus. Negli ultimi due giorni lo sfogo della madre contro l'attesa e i ritardi nell'eseguirlo ha fatto il giro del web. La conduttrice e il marito Lucio Presta avevano denunciato tutto sui social spiegando che il ragazzo aveva lavorato come dj in una discoteca in Sardegna dove erano stati riscontrati dei contagi e aveva rispettato tutti i protocolli, ma non era riuscito a sottoporsi al tampone.  

Leggi anche > Discoteche restano chiuse: il Tar boccia il ricorso dei gestori Conte: «Il governo non aveva autorizzato l'apertura»

«Lo comunico perché mi sento in dovere di tranquillizzare tutte le persone che sono state a contatto con me e la mia fidanzata nei giorni scorsi. Il primo tampone è risultato negativo per entrambi», ha scritto il giovane nelle stories su Instagram. 


«Il figlio di mia moglie - aveva scritto Lucio Presta - é uno dei 2 Dj delle serate in Sardegna ed Argentàrio. Gli comunicano che alcuni dei partecipanti, gli organizzatori e l’altro Dj risultano positivi al Covid, applica protocollo e chiama il medico di base, che prescrive il tampone. Chiama lo Spallanzani per dare dati e chiede che gli venga fatto un tampone. Risposta: "La chiamiamo noi" e non si sente più nessuno, allora richiama e gli dicono vada in fila al Drive In più vicino per fare tampone...questo ragazzo che ha seguito il protocollo che voi avete previsto in questi casi, che deve fare? Interessa a qualcuno o facciamo un po’ come cavolo ci pare?»

«Per tutti noi è un sospiro di sollievo», ha commentato a caldo la Perego che in questi giorni si è tenuta costantemente in contatto con tutte le altre mamme degli amici e dell'entourage di Riccardo, cercando insieme il modo migliore per affrontare la vicenda. Il ragazzo rimarrà comunque in quarantena fino al secondo tampone, una cautela maggiore e necessaria. 
 
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 19 Agosto 2020, 14:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA