Lino Banfi, nonno sul set e nella vita: «A 83 anni sgobbo per aiutare i miei nipoti. I giovani fanno i master e noi il 'mazzer'»

Lino Banfi, nonno sul set e nella vita: «A 83 anni sgobbo per aiutare i miei nipoti. I giovani fanno i master e noi il 'mazzer'»

«A 83 anni sgobbo per pagare i master universitari di mio nipote». Lino Banfi parla così dei sacrifici che continua a fare per aiutare la famiglia. In Italia sono molti i nonni che sostengono economicamente figli e nipoti. L'attore ha confessato di rispecchiare questo ruolo in tutto e per tutto, nella vita reale e non solo nella celebre fiction "Un Medico in Famiglia". 

Bimbo scomparso, ritrovato 18 anni dopo grazie ad un programma simile a FaceApp

Lino Banfi ha interpretato il personaggio di Libero Martini nella serie Rai ed è stato nominato rappresentante del nostro Paese nella commissione italiana dell’Unesco. «La figura del nonno mi riguarda molto da vicino, avendo l’onore e l’onere di essere nonno di due nipoti, e poi per un altro motivo», ha confidato Banfi, al secolo Pasquale Zagaria, in un’intervista al "Corriere della Sera".

«Di nonni in Italia - spiega essendolo sul set e nella vita - ce ne sono circa 14 milioni, una bella cifra. Quindi ho pensato di proporre, alla prima riunione ufficiale cui parteciperò, di riconoscere a tutti coloro che arriveranno all’ottantesimo compleanno di potersi godere dei vantaggi. Il giorno dopo aver spento 80 candeline, che è già una bella fatica, non dovranno più pagare il treno, l’aereo... sconti speciali su hotel, cinema, teatri. Insomma, credo sia giusto che a quell’età le persone possano avere qualche privilegio e godersi la vita: lo meritano».

«lo nonno lo sono diventato abbastanza presto, perché sono stato un padre precoce, e i miei nipoti, entrambi figli di Rosanna, ormai sono grandi: Virginia ha compiuto 26 anni, Pietro 21... La prima è diventata una bravissima chef nella mia Orecchietteria (ristorante pugliese che Lino Banfi ha aperto a Roma e Pietro frequenta fisica nucleare all’università in Olanda».

Fondamentale il suo contributo alla formazione dei nipoti: «I master universitari costano un botto, e pago io... Ne sono felice, ma mi consenta una battuta: i giovani fanno i master e noi vecchi ci facciamo il mazzer».

 
Lunedì 22 Luglio 2019, 13:37
© RIPRODUZIONE RISERVATA