Fabio Fognini: «Io e Flavia aspettiamo una bambina. Federico? Spero non faccia il tennista»

Fabio Fognini: «Io e Flavia aspettiamo una bambina. Federico? Spero non faccia il tennista»

Fabio Fognini ospite di Silvia Toffanin a Verissimo.

Leggi anche > Raz Degan a Verissimo: «Ho un nuovo amore, ma ci tengo alla privacy». Ecco chi è



Il tennista ligure ha scherzato così sulle intemperanze in campo: «In campo perdo le staffe, ma chi mi conosce sa che fuori dal campo sono molto tranquillo: puoi stare tranquilla, oggi non mordo. Ho questo comportamento per vari motivi: ho il fuoco dentro, possono scattarmi quei due secondi di follia o a volte può essere una tattica per perdere tempo». 

Sposato con la collega Flavia Pennetta, il 32enne Fabio Fognini ha ammesso di non volere che il loro primogenito, Federico, giochi a tennis: «Sarà libero di fare ciò che vuole, ma preferirei che non lo facesse. Potrà studiare, giocare a calcio o a golf: qualsiasi cosa, ma non il tennis, perché è uno sport bellissimo ma molto faticoso. Sei solo, devi reggere tante pressioni, fare tantissimi sacrifici: in questa fase finale della carriera inizio ad accusare la stanchezza per i viaggi, gli spostamenti, la distanza forzata dalla famiglia».

Si parla poi di tennis: Fabio Fognini è uscito dalla top ten, quella decisiva per la qualificazione alle finals, e lo ha fatto a vantaggio di Matteo Berrettini. «Sono stato bravo a entrare nella top ten e ne sono uscito per i miei errori, mi sono tirato la mazza sui piedi: ho fatto vincere Shapovalov, e questo ha permesso a Matteo di entrare alla top ten. Posso solo augurargli buona fortuna, farà un esordio molto difficile contro Djokovic» - ha spiegato il tennista - «Sono molto felice del ricambio generazionale: Matteo Berrettini farà la storia del tennis internazionale, in Italia c'è un certo ricambio, nella top 100 siamo tanti italiani. Questa è una cosa bellissima».

Arriva poi il momento della rivelazione: Fabio Fognini e Flavia Pennetta daranno a Federico una sorellina. «Aspettiamo una bambina, ma non abbiamo ancora deciso il nome. Sicuramente inizierà con la F, come tutta la mia famiglia, sennò mio padre si arrabbia. Speriamo vada tutto bene, questa è la cosa più importante» - spiega il tennista - «Con Flavia Pennetta ci siamo allenati insieme nello stesso centro, a Barcellona. Prima eravamo amici, poi all'improvviso è scoppiato l'amore e le ho chiesto di sposarmi al Tibidabo, è un luogo molto importante per lei».
Sabato 9 Novembre 2019, 19:38
© RIPRODUZIONE RISERVATA