Tullio Solenghi ricorda l'incontro con Anna Marchesini: «Fui quasi colpito da una chiave inglese, poi la vidi. Era un prodigio»
di Silvia Natella

Tullio Solenghi ricorda l'incontro con Anna Marchesini: «Fui quasi colpito da una chiave inglese, poi la vidi. Era un prodigio»

Tullio Solenghi, ospite di "Vieni da me", racconta a Caterina Balivo uno dei momenti più importanti della sua carriera: quello in cui ha incontrato l'indimenticabile Anna Marchesini. Nell'angolo della "cassettiera" ripercorre le tappe della sua vita attraverso oggetti significativi che spuntano dai vari cassetti. All'origine del Trio c'è inaspettatamente una chiave inglese. 

Ilary Blasi, la figlia Chanel Totti compie 12 anni. Foto su Instagram, il dettaglio impossibile da nascondere

Il comico ha fatto parte della storia della televisione insieme all'attrice e a Massimo Lopez. Agli esordi della sua carriera, all'inizio degli anni Ottanta, stava lavorando e fu sfiorato da una pesante chiave inglese. Rientrò negli studi televisivi dai quali era stata lanciata e vide Anna Marchesini mentre recitava. «Pensai subito 'ma dove l'hanno tenuta tutto questo tempo, un autentico prodigio'. Con le sfumature della sua voce mi faceva accaponare la pelle. Le scrissi una lettera che lei ha sempre conservato. 'La prima volta che mi ricapiterà di lavorare con una compagnia italiana chiamerò te. E così feci dopo due anni».


Tullio Solenghi ricorda con affetto la sua compagna d'avventura e poi presenta alla conduttrice sua moglie, una donna che gli è sempre stata accanto e ha contribuito con i suoi pareri al successo del Trio. Ora sono rimasti in due e continuano a far ridere la gente con intelligenza. Nel cuore però la poliedrica e piena di energia Anna Marchesini, scomparsa troppo presto a causa della malattia. 
Martedì 14 Maggio 2019, 17:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA