Tommaso Paradiso lascia i Thegiornalisti e diventa solista: «Ho scritto tutto io...». La replica del chitarrista Marco Rissa: «Noi continuiamo»

di Emiliana Costa
Tommaso Paradiso lascia i Thegiornalisti: «Le storie non sono eterne, rimane l'amore che abbiamo condiviso». L'ex frontman della band romana ha appena detto addio al gruppo con il quale negli ultimi anni ha scalato tutte le classifiche. Completamente, Riccione, Felicità puttana sono solo alcune delle hit diventate cult dal 2016 ad oggi. Ora l'addio.
 
 


Thegiornalisti al Circo Massimo, il concerto a Roma è una festa tra amici

Sulle stories di Instagram Tommaso Paradiso annuncia così la separazione: «Tra qualche giorno uscirà una nuova canzone. Non uscirà come Thegiornalisti, ma come Tommaso Paradiso. D’ora in poi tutto ciò che scriverò e canterò non sarà più Thegiornalisti ma sarà Tommaso Paradiso. È giusto che sia così. È stata una fantastica avventura che ci ha portato fino al Circo Massimo. Ma sapete meglio di me o come me che le storie nella maggior parte dei casi non sono eterne. È inutile che vi stia a raccontare le dinamiche per le quali si è arrivati a questa conclusione...».



In una story successiva aggiunge: «Un'ultima cosa, ho scritto tutto, testi e musica di ogni singola canzone da Io non esisto a Maradona y Pelé. Continuerò a cantarle dal vivo, a farvele ascolatare e a farvele gridare. Non avere paura». A stretto giro, la replica di Marco Rissa, ex compagno della band: «I Thegiornalisti continueranno. Chi decide autonomamente di andare via, può andare a cercare di guadagnare più soldi da solo. Poi se ognuno può scrivere quello che vuole sui social, io dichiaro di aver scritto tutte le canzoni dei Rolling Stones».

Tommaso Paradiso non ha specificato le ragioni della rottura, ma ha detto: «Sono stati, questi ultimi, mesi molto difficili; sono stato in silenzio; volevo che il Circo Massimo fosse una grande festa e non un funerale. Per ora vi basti sapere che sono stato male. E per vivere bisogna stare bene, trovarsi in armonia, altrimenti un sogno può diventare un incubo». Negli ultimi tempi si era parlato di tensioni all'interno della band, che si è imposta come uno dei fenomeni pop più clamorosi degli ultimi anni della musica italiana. Dopo una lunga gavetta nei locali romani, Paradiso, Marco Antonio Musella e Marco Primavera hanno inventato un suono sospeso tra cantautorato, Venditti, Vasco Rossi, Lucio Dalla, Luca Carboni, gli Oasis e il più attuale sound elettronico pop, scalando le classifiche e diventando frequentatori abituali dei network radiofonici, inserendosi a pieno titolo in quella nuova scena indie che ha rivitalizzato la scena italiana.

 
Martedì 17 Settembre 2019, 21:14
© RIPRODUZIONE RISERVATA