Lucio Dalla, torna “Geniale? un disco-cofanetto con inediti e rarità dei suoi esordi

Lucio Dalla, torna “Geniale?” Un disco-cofanetto con inediti e rarità dei suoi esordi

di Totò Rizzo

«Lucio se n’è andato da nove anni e noi siamo ancora qui a raccontarlo con un progetto nuovo», dice Paolo Maiorino della Sony. Lucio è Lucio Dalla e il progetto nuovo è la riproposta di “Geniale?”, l’album (una cui prima edizione uscì nel 1991) sulla “preistoria” della carriera del cantautore bolognese. Si esibiva con gli Idoli, tra il ’66 e il ’71. «Eravamo un gruppo d’accompagnamento – racconta Giorgio Lecardi che ne era il batterista – ma forse dimenticato in fretta».

Fu proprio Lecardi a recuperare per caso i nastri di alcune avventurose registrazioni di oltre mezzo secolo fa. Le fece ascoltare a Dalla e nel ’91 vide la luce “Geniale?”. Che oggi ritorna (Pressing Line/Sony) arricchito di chicche imperdibili non solo per gli estimatori, miracolosamente rimasterizzate da Maurizio Biancani negli storici studi della Fonopress a Bologna. «Lucio si emozionò – ricorda Lecardi –. A parte l’usura dei nastri, era il “metodo” di riproduzione piuttosto bizzarro: prima delle serate, mettevo un microfono su una sedia davanti alla batteria e attaccavo poi il tutto all’impianto».

Più che un tecnico che compisse una ricostruzione sonora ci voleva un mago che operasse un incantesimo. Dice Biancani: «È un disco monofonico, non certo per puristi dell’hi-fy. Certe sonorità sporche le ho lasciate, anche quelle fanno la storia». E sulla voce di Dalla: «Lucio ci faceva quello che voleva, perfino il suo finto inglese (Dalla non sapeva parlarlo, ndr.) è uno strumento. La sua sensibilità musicale spaziava dal soul al blues, al funky. Sul disco uscito trent’anni fa, Dalla operò una selezione dei nastri secondo i suoi gusti. Oggi noi abbiamo aggiunto degli inediti che sono una riscoperta importante anche per comprendere come si facesse musica in quella seconda metà degli anni Sessanta».

Nel cofanetto, disponibile in tre formati (doppio cd + libretto, lp + libretto, doppio lp in pasta colorata + libretto, quest’ultimo solo su Amazon) ci sono le canzoni degli esordi, quelle scritte da grandi firme del tempo (da Reverberi a Cini, da Bardotti a Migliacci), “Bisogna saper perdere” e “4/3/1943” dai due Sanremo del ’67 e del ’71, e quelle composte da Lucio spesso a quattro mani con gli stessi Idoli. Ci sono dentro l’estro, la fantasia, la musicalità di Dalla.

«Lucio non sapeva leggere una nota – dice Bruno Cabassi, ex docente di Conservatorio, direttore d’orchestra, arrangiatore, che degli Idoli era tastierista – ma era la sua stessa anima ad essere musica». E tira fuori una serie di aneddoti. Gli Idoli e Dalla che si esibiscono in un teatro di Barletta per Carnevale e il pubblico che, com’è tradizione lì, invece di coriandoli tira in palcoscenico confetti e Lucio che si fa scudo svitando un piatto dalla batteria. Lucio che in un locale di Riccione perde la voce e fa la serata solo fischiando. Lucio a cui hanno promesso un pianoforte, ne trova uno impraticabile e dice a Cabassi “vai al juke-box e metti i dischi” e fa tutto il concerto cantando sui 45 giri degli altri cantanti.

La genialità, la simpatia, la creatività, il guizzo dell’improvvisazione di quel folletto bolognese che ancora oggi in streaming fa un milione di visitatori ogni mese. Fra un anno sarà il decennale della morte, fra due gli 80 anni che avrebbe compiuto. «C’è ancora tanta curiosità sul catalogo di Dalla – conclude Maiorino - che stiamo arricchendo di inediti e rarità sempre molto apprezzati dal pubblico. E importanti non solo per i fedelissimi ma anche per le generazioni future».

Questa la tracklist di “Geniale?”:

CD 1

GRAGNANINO BLUES (Dalla - Lecardi), 1999 (Dalla - Reverberi - Bardotti), SYLVIE (Dalla - Franceschini - Bardotti - Baldazzi), SUMMERTIME (G. Gershwin / DuBose Heyward - I. Gershwin), IL MIO FIORE NERO (Phillips - Migliacci), AFRICA (Dalla - Franceschini - Pallottino - Bardotti), NON È UNA FESTA (Ciacci - Continiello - Migliacci), GENIALE? (Dalla), FOTTITI (Dalla), ETTO (Dalla), 4/3/1943 (Dalla - Pallottino).

BONUS TRACKS

QUANDO ERO SOLDATO - alternative version (Bardotti - Reverberi), HAI UNA FACCIA NERA NERA - alternative version (Izzo - Reverberi - Podestà).

CD 2

IL CIELO (Bardotti - Baldazzi - Reverberi - Dalla), BISOGNA SAPER PERDERE (Cassia - Cini), HAI UNA FACCIA NERA NERA (Izzo - Reverberi - Podestà), QUANDO ERO SOLDATO (Bardotti - Reverberi), L'ORA DI PIANGERE (Bardotti - Morton), LA STORIA DI UN TOPO MALATO – provino (Lecardi), TORNA A SORRIDERE – provino (Lecardi), NON È UN SEGRETO – provino (Bardotti - Reverberi - Lecardi), INTRO GENIALE (Dalla), MAMA LOVE PAPA LOVE (Dalla - Lecardi), VAN (Lecardi), A WALK ON THE WILD SIDE (Bernstein - Mack), BLUES FOR TOBIA (Dalla - Lecardi), GEORGIA ON MY MIND (Gorrell - Carmichael).

BONUS TRACKS

ETTO - alternative version (Dalla), 4/3/1943 - alternative version (Dalla - Pallottino), NON È UNA FESTA - alternative version (Ciacci - Continiello - Migliacci), AFRICA - alternative version (Dalla - Franceschini - Pallottino - Bardotti), SYLVIE - alternative version (Dalla - Franceschini - Bardotti - Baldazzi), SUMMERTIME - alternative version (G. Gershwin/E. DuBose Heyward - I. Gershwin).


Ultimo aggiornamento: Venerdì 12 Marzo 2021, 08:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA