Emma Marrone insultata da un consigliere della Lega, Galli replica: «Non le chiederò scusa, è lei che ha sbagliato»

Le Iene aprono la puntata intervistando Massimiliano Galli, l'esponente della Lega che si è rivolto ad Emma Marrone con parole offensive dopo che la cantante, durante un suo concerto, ha invitato ad aprire i porti ai migranti. La sua espressione ha fatto il giro del web, anche se non è stato l'unico a offendere e minacciare la Marrone, al punto che Emma in un altro concerto è scoppiata in lacrime invitando tutti a rimanere umani.

Emma Marrone, malore per due fan al concerto. Lei scende dal palco e va da loro
Domenica In, Stefano De Martino e la lettera: il pianto con Mara Venier. E sui baci con Belen: «L'amore non è mai sprecato»

Galli, raggiunto dalla Iena Alice Martinelli, spiega: «Le mie scuse le farò sul mio profilo quando lo dico io». Accusato di aver dato della poco di buono a Emma, lui nega: «Non ho scritto quello, è stata un'iperbole la mia espressione, poi se l'opposizione pensa di attaccarmi...». Il leghista poi aggiunge che si dovrebbe scusare Emma per quallo che ha detto in merito ai porti e quando gli viene fatto notare che qulla della Marrone è solo un'opinione, mentre la sua è stata un'offesa, lui ribadisce che non è così.
 
 

«Ho detto quella cosa perché c'è una foto in cui sta a gambe larghe», continua cercando di dare una spiegazione, «la mia è stata un'iperbole, ma ha detto una sciocchezza». Quando gli viene chiesto di chiedere scusa ad Emma Galli si rifiuta e ribadisce: «Non posso perché non ho detto nulla di offensivo, è stato fraintesa la mia espressione e non ho bisogno di chiedere scusa». 
Ultimo aggiornamento: 26 Febbraio, 19:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA