Beyoncé vuole girare un video al Colosseo: ma le autorità dicono no. «C'è già Alberto Angela»

Beyoncé vuole girare un video al Colosseo: ma le autorità dicono no. «C'è già Alberto Angela»

Dopo il Louvre, il Colosseo, dalla Gioconda ai gladiatori. La coppia Beyoncé-Jay Z aveva avuto un'idea a dir poco originale: girare un videoclip all'interno del maestoso Anfiteatro Flavio, simbolo di Roma, dopo il video della canzone Apeshit girato nel museo più famoso di Parigi. I prossimi giorni, o meglio le prossime settimane, diranno di più sulle 'trattative' tra i Carters, nome d'arte della coppia, e gli uffici del Parco archeologico del Colosseo, ai quali è arrivata la proposta all'inizio del mese, come racconta Laura Larcan sul Messaggero.

Beyoncé e Jay Z, l'ultimo video girato in segreto al Louvre

Ma l'idea iniziale da parte di Beyoncé e consorte si è arenata di fronte ad un impegno pregresso: le autorità hanno infatti fatto sapere alla coppia di popstar che la notte tra sabato 7 e domenica 8 luglio, quella che avevano scelto per il loro ciak (tra il concerto di Milano e quello nella Capitale) non andava bene. Il Colosseo era infatti già occupato, con accordi e permessi presi con la direzione, dal set televisivo di Alberto Angela.

Alberto Angela respinge Beyoncé, dunque: ma non definitivamente, perché l'agente della star ha continuato a trattare per valutare una nuova disponibilità. Stavolta a tempo debito però, perché girare un videoclip nel Colosseo necessita di sopralluoghi tecnici e dell'impatto minore possibile per preservare il luogo: molto diverso dal caso del Louvre, nonostante proprio dall'entourage dei Carters abbiano inviato una copia del video alla direzione dell'Anfiteatro Flavio proprio per convincerla ad accettare la loro proposta.

Ultimo aggiornamento: 19:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA