Morto Avicii, dj svedese tra i più famosi al mondo: aveva 28 anni L'ultimo post su Facebook
di Simone Pierini

Morto Avicii, dj svedese tra i più famosi al mondo: aveva 28 anni L'ultimo post su Facebook

Morto a 28 anni il produttore e dj svedese Avicii. È stato trovato senza vita a Muscat, in Oman. Lo riferisce Variety e altri media, citando la portavoce dell'artista, Diana Baron. Nel 2016 era uscito dalle scene live per motivi di salute. Negli scorsi anni aveva sofferto problemi di salute, tra cui una pancreatite acuta causata dal troppo bere seguita da un intervento chirurgico per rimuovere appendice e cistifellea.

Chi era il dj svedese che ha scalato le classifiche mondiali con i suoi successi

Il commovente messaggio di David Guetta su twitter e il ricordo del mondo della musica



Avicii, all'anagrafe Tim Bergling, è stato un pioniere della Edm (Electronic Dance Movement). Ha vinto due MTV Music Awards, un Billboard Music Award e conquistato due nomination ai Grammy.
 
 
 

Il suo successo più grande è stato «Levels» La sua morte arriva a pochi giorni dalla sua nomination ai Billboard Music Award per il suo EP «Avicii (01).
 

“È con profondo dolore che annunciamo la scomparsa di Tim Bergling - il comunicato emanato dalla famiglia - anche conosciuto come Avicii. Il suo corpo è stato trovato senza vita a Muscat, in Oman, questo venerdì pomeriggio, 20 aprile. La famiglia è devastata dal dolore e vi chiediamo di rispettare il suo bisogno di privacy in questo momento così difficile. Non verranno forniti ulteriori comunicati”.
 
 

Il suo ultimo post su Facebook risale allo scorso 17 aprile quando ringraziò per la nomination al Billabord Musica Awards dando appuntamento al 20 maggio prossimo. 
 


Nel 2016 decise di ritirasi dalle scene della musica mondiale. L'annuncio lo diede sul suo blog: “Grazie per aver permesso che i miei sogni si realizzassero - scrisse - Sarò grato per sempre per aver potuto vivere tutto questo e ottenere tutto quello che ho grazie all'aiuto del mio amatissimo team e dei miei fan. Grazie a tutti i miei compagni dell'industria per aver costruito un nuovo movimento che ha avuto un successo incredibile in cui sono stato abbastanza fortunato da ritrovarmici nel mezzo”.

 
Venerdì 20 Aprile 2018 - Ultimo aggiornamento: 21-04-2018 18:37
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-04-20 21:47:35
sempre brutto commentare una notizia di morte,ma certo,mi pare di capire che,come spesso accade in questi casi,se la sia un pò cercata con gli eccessi...
DALLA HOME