Le pagelle della Tv d'estate: Liorni, Balivo, De Martino-Delogu-Nek, i talk. Ecco i promossi e i bocciati

Le pagelle della Tv d'estate: Liorni, Balivo, De Martino-Delogu-Nek, i talk. Ecco i promossi e i bocciati

10 e lode PIERO ANGELA

Grande professionista, grande divulgatore. Le ultime puntate di Superquark resteranno scolpite nell’archivio Rai.

9 MARCO LIORNI

Anche quest’anno Reazione a Catena è stato un grande successo. In più di un’occasione si è superata la media di tre milioni e mezzo e oltre il 30% di share. È sempre il programma più visto della giornata.

8 CATERINA BALIVO, ATLETICA E NUOTO

Ritorno di fiamma per la conduttrice che merita un posto fisso nei palinsesti. Il suo “Help ho un dubbio” è stato molto divertente e fresco in un’estate di repliche. Anche in seconda serata gli ascolti l’hanno premiata. Ottimi i risultati - non solo in vasca e in pista ma anche davanti alla tv - per Rai2 che ha trasmesso gli Europei di Nuoto e quelli di Atletica leggera.

7,5 VERONICA GENTILI, STEFANO DE MARTINO-ANDREA DELOGU, NEK
De Martino e Delogu hanno accompagnato il pubblico di Rai2 in prima serata con Tim Summer Hits. Più che buoni i risultati. Bravo Nek anche come conduttore. La Gentili è la vera stacanovista della tv: non si è mai fermata. È sempre preparata, gestisce il suo Controcorrente al meglio e non permette agli ospiti di parlarsi sopra, stoppandoli subito e intervenendo con il piglio giusto.

7 MARCO SABENE (TG2 POST), GIORGIO ZANCHINI (FILOROSSO), LUCA TELESE E MARIANNA APRILE (IN ONDA), LUCIA ANNUNZIATA, MARCO PICCALUGA (COFFEE BREAK), VALENTINA CLEMENTE (SKYTG24)

I talk in quest’estate torrida sono stati gli unici microfoni in diretta (a parte i tiggì ovviamente). I conduttori Sabene e Zanchini hanno meritato il 7 pieno, così come Piccaluga su La7. L’Annunziata merita una citazione a parte perché non si è mai fermata (suo lo scoop di Calenda che molla il Pd). Telese e Aprile sono una buona coppia. In prima serata però non sono riusciti a ripetere le ottime performance di ascolti ottenute nella fascia Access Prime Time (quella della Gruber per intenderci). Valentina Clemente si è dimostrata brava nell’edicola di mezzanotte, la rassegna stampa di Sytg24. Ha il merito di riuscire sempre a far vedere e leggere i titoli di tutte le prime pagine esposte. E poi il suo inglese quando legge il Financial Times è da lode.

6,5 GIANLUCA SEMPRINI, ROBERTA CAPUA (ESTATE IN DIRETTA), ELISABETTA GREGORACI, UNOMATTINA ESTATE, BEPPE CONVERTINI (AZZURRO), SEX (RAITRE)
Semprini e Capua hanno tenuto dritta la barra degli ascolti (anche se va detto non c’erano competitor), la Gregoraci fa sempre venire i Brividi ai telespettatori di Italia 1, Maria Soave e Massimiliano Ossini hanno retto bene il confronto. È sempre un piacere vedere le storie di mare di Convertini. Sex, il programma di Rai3 con Angela Rafanelli in onda in seconda serata, ha superato tutti i pregiudizi e ha dimostrato come si possa fare servizio pubblico anche su argomenti considerati tabù.

6 PAOLO CELATA E ALESSANDRO DE ANGELIS (LA CORSA AL VOTO), FRANCESCO MAGNANI (L’ARIA CHE TIRA ESTATE), DRUSILLA FOER
Senza infamia e senza lode. Sufficienti, anche se a Celata e De Angelis capita che si sentano le loro voci bisbigliare con gli assistenti di studio mentre stanno parlando gli ospiti. Magnani è un po’ naif, soprattutto per come gesticola. Dall'Almanacco di Drusilla Foer ci si aspettava qualcosa in più. 

5,5 GIORGIA ROMBOLÀ (AGORÀ ESTATE), LIA CAPIZZI (DS), PATRIZIA SENATORE (LINEA NOTTE)

Rombolà così e così, Capizzi deve capire che non è la conduttrice unica, Senatore se gesticolasse un po’ meno sarebbe cosa gradita. Da come si muove sembra una chef che si rivolge ai cuochi che stanno ai fornelli. Invece a guardarla sono i telespettatori anche un po’ assonati, vista l’ora.

5 GIUSEPPE BRINDISI (ZONA BIANCA), TINTO E ROBERTA MORISE (CAMPER)

Brindisi è un ottimo professionista. Le sue conduzioni nel tiggì sono impeccabili. A Zona Bianca purtroppo è troppo buono e gentile. Di conseguenza gli ospiti – soprattutto gli urlatori e maleducati – se ne approfittano. Chi pagherà i danni per le orecchie dei telespettatori messe a dura prova in ogni puntata? I conduttori di Camper sono belli ma quando conducono sembra di vedere Giocagiò o la tv dei ragazzi.

4 IL SANTONE (NERI MARCORÈ)
Non buca lo schermo e fa rimpiangere non poco l’assenza di Un Posto al Sole. Peccato perché Marcorè è bravo.


Ultimo aggiornamento: Sabato 3 Settembre 2022, 15:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA