Maturità 2019, la seconda prova al liceo scientifico. Fisica, la circuitazione del campo magnetico. L'altro problema è un classico studio di funzione

Oggi, giovedì 20 giugno, alle ore 8.30 è cominciata la seconda prova scritta dell'esame di maturità 2019, diversa per ciascun indirizzo di studi. Al liceo scientifico, secondo le prime indiscrezioni, il quesito di Fisica prevede un problema da risolvere su un condensatore relativo alla circuitazione del campo magnetico. L'altro problema, invece, è un classico studio di funzione. 
 
 


È questa una prova assai temuta anche perché profondamente modificata con la riforma dell'esame di maturità: in particolare i più terrorizzati sono gli alunni del Liceo Classico, dove la seconda prova prevede Latino e Greco insieme. Allo scientifico sono previste Matematica e Fisica; Scienze umane e Diritto ed Economia politica per il Liceo delle Scienze umane - opzione economico sociale; Discipline turistiche e aziendali e Inglese per l'Istituto tecnico per il turismo; Informatica e Sistemi e reti per l'Istituto tecnico indirizzo informatica; Scienze degli alimenti e Laboratorio di servizi enogastronomici per l'Istituto professionale per i servizi di enogastronomia.

Maturità 2019, la seconda prova del liceo classico

Nei giorni delle prove scritte, è confermato il divieto tassativo per i candidati di utilizzare cellulari, smartphone, pc e qualsiasi altra apparecchiatura elettronica in grado di accedere alla rete o riprodurre file e immagini, pena l'esclusione dall'Esame. Le commissioni d'Esame coinvolte quest'anno sono 13.161 per 26.188 classi. I candidati iscritti alla Maturità sono 520.263, di cui 502.607 interni e 17.656 esterni.
 


 
 

Giovedì 20 Giugno 2019, 07:53
© RIPRODUZIONE RISERVATA