Smette di studiare piante, inizia col corpo umano e scopre 22 geni di cancro al cervello

Smette di studiare piante, inizia col corpo umano e scopre 22 geni di cancro al cervello

Lui, studente di biochimica, si era stancato di fare ricerche sulle piante. Protagonista di questa storia è Leland Dunwoodie, iscritto alla Clemson University, ateneo della Carolina del Sud, che ha intenzione di diventare un medico informatico. Così è andato dal suo professore e gli ha chiesto di fare ricerche sul corpo umano. Grazie a questa sua «ribellione» (e al prof che glielo ha permesso) ha scoperto 22 geni implicati nel glioblastoma, il più aggressivo cancro al cervello.



La sua scoperta è stata pubblicata sulla rivista scientifica Oncotarget. Il ragazzo ha lavorato i dati a partire da due database pubblici online per informazioni genomiche. Lo studio ha fatto emergere come ci siano 22 geni associati al glioblastoma mesenchimale, un tipo di cancro che coinvolge le cellule gliali che con i neuroni costituiscono il sistema nervoso. Questo potrebbe portare a un nuovo percorso di ricerca per indagare le cause della patologia. Il glioblastoma è un tumore particolarmente aggressivo perché la sopravvivenza media è di 15 mesi a partire dalla diagnosi. «La ricerca sul cancro è interessante perché ci sono così tante persone straordinarie che fanno tante cose incredibili, ma questa è solo una goccia nel secchio», spiega Dunwoodie.

Venerdì 9 Febbraio 2018 - Ultimo aggiornamento: 19:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME