Covid Italia, bollettino 20 novembre: 37.242 nuovi casi e 699 morti. Rapporto positivi-tamponi sale al 15,6%

Video

Coronavirus, il bollettino di venerdì novembre 2020, in Italia. Nelle ultime 24 ore i nuovi contagi sono stati 37.242. I morti 699. Sono 238.077 i tamponi processati. Dopo giorni di calo, dunue, torna a salire l'incidenza dei positivi rispetto al numero di test effettuati: è del 15,6% mentre ieri il dato era del 14,4%. I tamponi effettuati nell'ultimo giorno sono stati circa 12mila in meno rispetto a quello precedente. In Lombardia l'aumento è di 9.221 casi, di 4.226 in Campania, di 3.861 in Piemonte. In Veneto i nuovi casi sono 3.468, 2.667 nel Lazio. In Calabria, ancora inserita nella zona rossa, sono 515.

Covid, ordinanza di Speranza rinnova misure per sei Regioni

Covid, a Capodanno potremo fare cenone e veglione? Ecco tutte le regole (e i divieti)

SCARICA QUI IL BOLLETTINO

Terapie intensive e ricoveri

Rallenta ancora l'incremento dei pazienti in terapia intensiva: nelle ultime 24 ore sono 36 in più rispetto a ieri, per un totale di 3.748. Secondo i dati del ministero della Salute gli attualmente positivi sono 777.176, 15.505 in più nelle ultime 24 ore: di questi, 33.957 sono ricoverati nei reparti ordinari, con un incremento di 347, e 739.471 in isolamento domiciliare (+15.122). Dall'inizio dell'emergenza, infine, le persone dimesse o guarite sono 520.022, con un incremento di 21.035 in un giorno.

Lombardia

Oggi in Lombardia si sono registrati 9.221 nuovi positivi al coronavirus, il 21,8% dei 42.248 tamponi effettuati, e 175 morti. È quanto emerge dal quotidiano report della Regione dal quale emerge anche una ripresa dei ricoveri, dopo il calo registrato ieri: sono infatti 8.304 i ricoverati nei reparti Covid, 13 più di ieri e 930 i ricoverati nei reparti in terapia intesiva, 15 più di ieri. Sono 4.985 i guariti/dimessi.

Toscana

In Toscana sono 90.884 i casi di positività al coronavirus, 2.207 in più rispetto a ieri (1.471 identificati in corso di tracciamento e 736 da attività di screening). I nuovi casi sono il 2,5% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono del 7,4% e raggiungono quota 34.894 (38,4% dei casi totali). I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 1.421.783, 18.442 in più rispetto a ieri, di cui il 12% positivo. Sono invece 8.340 i soggetti testati oggi (escludendo i tamponi di controllo), di cui il 26,5% è risultato positivo. A questi si aggiungono i 3.687 tamponi antigenici rapidi eseguiti oggi. Gli attualmente positivi sono oggi 53.869, -0,5% rispetto a ieri. I ricoverati sono 2.087 (14 in meno rispetto a ieri), di cui 295 in terapia intensiva (8 in più). Oggi si registrano 48 nuovi decessi: 31 uomini e 17 donne, con un'età media di 79,4 anni.

Piemonte

È di 88 decessi e 3.861 nuovi contagi, il 33% dei quali asintomatici, il bilancio delle ultime 24 ore dell'emergenza Coronavirus in Piemonte. Il bollettino giornaliero dell'Unità di crisi segnala anche 393 ricoverati in terapia intensiva, tre in più rispetto a ieri, e 5.225 negli altri reparti, 78 in più rispetto a ieri. Quasi 71 mila i piemontesi in isolamento (70.927). I tamponi processati sono stati 21.513. Dall'inizio dell'emergenza, il Piemonte ha registrato 5.419 decessi e 144.038 contagi. I piemontesi guariti sono 62.074.

Basilicata

In Basilicata ieri sono stati processati 2.087 tamponi per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 232 (e fra questi 218 residenti in Basilicata) sono risultati positivi. Nella stessa giornata sono guarite 36 persone (di cui 35 residenti in Basilicata) e sono decedute 3 persone: 1 di Policoro, 1 di Picerno, 1 di Potenza. Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 4.772 (4.592 all'ultimo aggiornamento, a cui si aggiungono 218 positività di residenti e si sottraggono 35 guarigioni di residenti e 3 decessi) e di questi 4.591 si trovano in isolamento domiciliare. Ai positivi vanno aggiunti nel complesso: 104 deceduti; 974 guariti ed altre 118 persone, fra stranieri e residenti in altre regioni italiane che si trovano in isolamento in Basilicata e cittadini lucani positivi in isolamento in altre regioni.

 

 

Friuli Venezia Giulia

Oggi in Friuli Venezia Giulia sono stati rilevati 1.018 nuovi contagi (il 13,53 per cento dei 7.522 tamponi eseguiti) e 28 decessi da Covid-19. Lo ha comunicato il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. Le persone risultate positive al virus in regione dall'inizio della pandemia ammontano in tutto a 22.940, di cui: 5.949 a Trieste, 9.475 a Udine, 4.500 a Pordenone e 2.719 a Gorizia, alle quali si aggiungono 297 persone da fuori regione. I casi attuali di infezione sono 12.380. Salgono a 54 i pazienti in cura in terapia intensiva e a 505 i ricoverati in altri reparti. I decessi complessivamente ammontano a 608, con la seguente suddivisione territoriale: 260 a Trieste, 183 a Udine, 144 a Pordenone e 21 a Gorizia. I totalmente guariti sono 9.952, i clinicamente guariti 205 e le persone in isolamento 11.616.

 

Umbria

Scendono i ricoverati Covid negli ospedali dell'Umbria, 436, dieci in meno di ieri, 71 dei quali in terapia intensiva (erano 76), ma i dati aggiornati della Regione registrano anche un record per le vittime, 21, 314 dall'inizio della pandemia. I nuovi positivi emersi nelle ultime 24 ore sono stati 394, 20.961 dall'inizio della pandemia, e 390 i guariti, 9.274. Con gli attualmente positivi a quota 11.373, 17 meno di ieri. Analizzati nelle ultime 24 ore 3.703 tamponi, 380.989, con un tasso di positività del 10,6% (ieri era il 10%).

Sicilia

Sono complessivamente 1.634 su 10.020 tamponi processati i nuovi casi di Covid-19 registrati nelle ultime ore in Sicilia, dove il numero dei positivi sale a 34.756. Il dato è contenuto nel bollettino quotidiano del ministero della Salute, da cui emerge che le vittime in un solo giorno sono 43 (1.098 dall'inizio dell'emergenza sanitaria) e i guariti 416. Degli attuali positivi i ricoverati con sintomi sono 1.537, mentre si trovano in terapia intensiva 242 pazienti.  Questa la ripartizione su base provinciale dei nuovi casi: 574 a Palermo, 404 a Catania, 186 a Messina, 109 a Ragusa, 89 a Trapani, 25 a Siracusa, 82 ad Agrigento, 63 a Caltanissetta e 102 a Enna. 

Puglia

Oggi in Puglia sono stati registrati 1.456 nuovi casi su 10.102 test per l'infezione da Covid-19 analizzati. I decessi registrati oggi sono 16. I nuovi casi positivi sono stati rilevati 478 in provincia di Bari, 91 in provincia di Brindisi, 187 nella provincia BAT, 405 in provincia di Foggia, 175 in provincia di Lecce, 115 in provincia di Taranto, 10 residenti fuori regione, 5 casi di residenza non nota sono stati riclassificati e attribuiti. I 16 decessi sono avvenuti 4 in provincia di Bari, 1 in provincia di Brindisi, 2 in provincia BAT, 7 in provincia di Foggia, 1 in provincia di Lecce, 1 in provincia di Taranto. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 702.823 test; 10.240 sono i pazienti guariti e 29.434 sono i casi attualmente positivi.

 

 

Valle d'Aosta

Sette nuovi decessi che complessivamente salgono a 278, 2080 casi positivi attuali, + 45 rispetto a ieri, di cui 148 ricoverati, 10 in terapia intensiva, e 1922 in isolamento domiciliare. Sono i dati dell'emergenza coronavirus in Valle d'Aosta resi noti oggi dal bollettino di aggiornamento sanitario della Regione. I casi positivi totali da inizio epidemia sono 5832(+155), i guariti 3474 (+103), i tamponi fino ad oggi effettuati 53347 (+711).

Lazio

Nel Lazio su quasi 27mila tampni (-632) si registrano 2.667 casi positivi (-30), 41 morti (-20) e +421 guariti. Rimane sotto al 10% il rapporto tra positivi e tamponi. Calano i decessi e i positivi. «Nel Lazio la corsa del virus rallenta è tra le grandi Regioni quella con valore RT più basso grazie alle tempestive misure adottate e al rigore nei comportamenti che deve necessariamente proseguire. Guai a cantare vittoria, il percorso è ancora lungo», dice l'assessore alla Sanità Alessio D'Amato.


Campania

Sono 4.226 i nuovi contagi Covid rilevati in Campania (di cui 593 sintomatici) su 27.649 tamponi: il rapporto tra casi e test è al 15,28%. Il rapporto dell'Unità di crisi, aggiornato alla mezzanotte scorsa, segnala anche 25 vittime che portano il totale dei deceduti a 1.217. I nuovi guariti sono 1.395. Ecco il ;report posti letto su base regionale: in terapia intensiva ne sono occupati 201 su 656 disponibili, in degenza l'occupazione è di 2.244 posti su 3.160 disponibili (inclusa l'offerta della sanità privata).

 

 

 

Abruzzo

Sono complessivamente 22.547 i casi positivi al Covid 19 registrati in Abruzzo dall'inizio dell'emergenza: rispetto a ieri, si registrano 705 nuovi casi. I positivi con età inferiore ai 19 anni sono 102, di cui 43 in provincia dell'Aquila, 7 in provincia di Pescara, 20 in provincia di Chieti, 15 in provincia di Teramo. Il bilancio dei pazienti deceduti registra 18 nuovi casi di cui 8 casi sono riferiti a decessi avvenuti nelle scorse settimane e comunicati solo oggi dalle Asl., facendo salire a 739 vittime (di età compresa tra 63 e 95 anni, 5 in provincia dell'Aquila, 4 in provincia di Pescara, 5 in provincia di Chieti e 4 in provincia di Teramo). Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 6.430 dimessi/guariti (+171 rispetto a ieri). Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 15.378 (+516 rispetto a ieri). Dall'inizio dell'emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 366.943 test (+4.648 rispetto a ieri); 661 pazienti (+3 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 75 (+1 rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 14.642 (+512 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl.

Marche

Nelle ultime 24ore 19 persone ricoverate in più nelle Marche per Covid-19 (da 604 a 623): crescono i degenti in Terapia intensiva (da 78 a 81, +3) e in reparti non intensivi (da 387 a 405, +18) mentre risultano in calo le persone in Semintensiva (da 139 a 137, -2). Lo comunica il Servizio Sanità della Regione. Cresce anche il numero dei pazienti ospitati nei Pronto soccorso (da 71 a 74, +3) mentre diminuisce quello degli ospiti di strutture territoriali (da 157 a 152, -5). Attualmente ci sono inoltre 14.354 contagiati in isolamento domiciliare (il giorno prima 14.252, +102); quelli isolati in casa per contatti con positivi sono 18.258 (3.338 con sintomi, 623 operatori sanitari). Crescono anche i guariti (da 9.095 a 9.475, +380. Sempre più numerose le strutture interessate dai ricoveri tra cui la privata Villa Serena (10 degenti) per pazienti Covid a media-bassa intensità assistenziale. Nel Covid Hospital di Civitanova Marche ci sono 56 ricoverati (28 in semintensiva, 14 in Intensiva e 14 pazienti in cura non intensiva).

 

 

 

Emilia Romagna

Con i nuovi 2.533 casi di Coronavirus in più rispetto a ieri, su un totale di 22.307 tamponi, i contagi in Emilia-Romagna dall'inizio della pandemia superano quota centomila (100.344). Per il secondo giorno di fila è stabile il numero di ricoverati in terapia intensiva, 244, mentre continuano ad aumentare quelli negli altri reparti Covid, 2.534 (+45). Sono 47 i nuovi morti, dai 58 ai 96 anni. E secondo la rilevazione settimanale della cabina di regia nazionale, l'indice di trasmissione del contagio (Rt), in Emilia-Romagna scende a 1,14. È il quarto calo consecutivo, dopo quelli delle tre settimane precedenti (rispettivamente: 1,63, 1,57, 1,4). Sui nuovi casi, 1.036 sono asintomatici, 259 erano già in isolamento e 431 sono stati individuati all'interno di focolai già noti. L'età media è 45,8 anni. La provincia con più contagi è Modena, con 625, segue Bologna con 534. I casi attivi sono 62.934 (+1.928), di cui 60.156 (+1.883), in isolamento a casa, il 95,5%. Le persone complessivamente guarite salgono a 32.145 (+558).

Sardegna

Sono 17.578 i casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall'inizio dell'emergenza. Nell'ultimo aggiornamento dell'Unità di crisi regionale si registrano 581 nuovi casi, 226 rilevati attraverso attività di screening e 355 da sospetto diagnostico. Si registrano 5 decessi (367 in tutto): quattro uomini e una donna, in età compresa fra 63 e 93 anni. Le vittime: 3 residenti nel nord Sardegna e 2 nella Città Metropolitana di Cagliari. In totale sono stati eseguiti 339.997 tamponi con un incremento di 4.354 test. Sono invece 526 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (+9 rispetto al dato di ieri), mentre è di 69 (+2) il numero dei pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 11.049. Il dato progressivo dei casi positivi comprende 5.517 (+324) pazienti guariti, più altri 50 guariti clinicamente.

 

Video
 


Ultimo aggiornamento: Sabato 21 Novembre 2020, 08:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA