Morto durante controllo, Anm: Salvini inopportuno

Morto durante controllo, Anm: «Inopportune le parole di Salvini»

«Le dichiarazioni del Ministro dell'Interno rese a seguito del decesso di un cittadino tunisino nel corso di una attività di polizia appaiono inopportune e non rispettose delle prerogative della magistratura. Sarebbe stato necessario attendere la conclusione dei doverosi accertamenti che stanno coordinando i magistrati, gli unici ad essere competenti, sulla base di rigidi parametri costituzionali, a dirigere le attività investigative in corso volte all'accertamento dei fatti». Lo sottolinea la Giunta dell' Anm.

LEGGI ANCHE Morto durante fermo di polizia, Salvini: «Dovevano offrire cappuccio e brioches?»

Ieri su Fb, il ministro dell'Interno aveva scritto - commentando la morte del cittadino tunisino - «Buon sabato ai poliziotti che a Empoli facendo il loro lavoro hanno ammanettato un violento, un pregiudicato che poi purtroppo è stato colto da arresto cardiaco. Se i poliziotti non possono usare le manette per fermare un violento, ditemi voi cosa dovrebbero fare, rispondere con cappuccio e brioche?».

Ultimo aggiornamento: 14:52 © RIPRODUZIONE RISERVATA