Formigoni entra in carcere a Bollate e chiede i domiciliari

La difesa di Roberto Formigoni, condannato ieri in via definitiva a 5 anni e 10 mesi per il caso Maugeri-San Raffaele, ha depositato una istanza per chiedere la detenzione domiciliare per l'ex governatore lombardo.

Formigoni condannato per processo Maugeri: tutti i guai giudiziari dell'ex governatore


La richiesta è stata presentata dall'avvocato Mario Brusa, storico difensore di Formigoni al sostituto procuratore generale di Milano Antonio Lamamma. Il pg stamane ha firmato l'ordine di carcerazione per Formigoni che è già arrivato nel carcere di Bollate.

Formigoni è giunto al carcere di Bollate accompagnato in auto dal suo legale. L'ex presidente della Regione Lombardia, seduto sui sedili posteriori di una Bmw Gt colore grigio scuro metallizzato, vestito con un cappotto scuro, è entrato senza fermarsi dalla porta carraia e si è poi avviato a piedi verso l'ingresso. Pochi minuti dopo la vettura con la quale è arrivato è uscita allontanandosi. 
 
Ultimo aggiornamento: 18:18 © RIPRODUZIONE RISERVATA