Musicanti, gli inizi di Pino Daniele  live nei teatri grazie alla sua band

Musicanti, gli inizi di Pino Daniele live nei teatri grazie alla sua band

Ferro Cosentini
MILANO - Era un potere particolare, veniva dal mare e si prendeva quella città che sul mare si era distesa da millenni. Era il Neapolitan Power che, sull'onda della musica, portava in città blues, funky, tradizione e, in mano a una generazione di artisti unici, diede nei primi anni 80 il meglio alla musica italiana. Quella storia era guidata da Pino Daniele, il migliore di tutti. E, in forma musicale, con i brani per lo più tratti dai primi album del bluesman napoletano, quella storia esplode in Musicanti, musical scritto da Alessandra Della Guardia e Urbano Lione con la direzione artistica di Fabio Massimo Colasanti, diretto da Bruno Oliviero e prodotto da Sergio De Angelis.
Sul palco, 30 performer tra attori, ballerini e musicisti, e tra questi ultimi la stessa band di Pino Daniele, con Colasanti alla chitarra, Alberto Golino alla batteria e, in alcune date singole, anche vecchi sodali di Pino come Tullio De Piscopo e James Senese. «Da 300 brani di Pino ne abbiamo scelti trenta spiega Colasanti Le liriche si legano alla storia. Abbiamo selezionato il cast da trecento provinanti. Nessun nome per attirare il pubblico: serviva la competenza, attori che sapessero cantare sul serio».
La vicenda narrata è quella di un gruppo di giovani, tra cui Antonio (Alessandro D'Auria) nato sul Golfo, emigrato a Torino e di ritorno nella città natale. Dai pregiudizi, complice l'amore, il ragazzo farà pace con Napoli. Atteso in debutto a Napoli il 7 dicembre, Musicanti toccherà le principali città italiane, tra cui palcoscenici come gli Arcimboldi di Milano (7-17marzo) e il Teatro Olimpico di Roma (7-12 maggio).

Venerdì 19 Ottobre 2018 - Ultimo aggiornamento: 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
DALLA HOME