La app fa arrestare 800 criminali

La app fa arrestare 800 criminali

In manette ottocento persone, presunti elementi di organizzazioni criminali legate al narcotraffico e non solo in 18 Paesi (in Europa, Asia, Sudamerica, Medio Oriente e Australia). Settecento i siti perquisiti, oltre 8 tonnellate di cocaina sequestrate. È il bilancio di una maxi-operazione avviata dalla polizia australiana e dall'Fbi che sono riuscite a distribuire con successo nel sottobosco della criminalità una app finto criptata per lo scambio di messaggi e quindi a leggere «in tempo reale» 27 milioni di post secretati, come hanno reso noto le autorità australiane, anticipando annunci dell'Fbi e di Europol.
Trojan Shield o Greenlight, lanciata nel 2018, è stata una delle maggiori operazioni di infiltrazione mai condotte nel mondo. «È stata una delle operazioni più estese e sofisticate mai portate a termine fino a ora nella lotta contro le attività criminali criptate», ha commentato il vicedirettore delle operazioni di Europol, Jean-Philippe Lecouffe. In Australia sono state arrestate 224 persone e sequestrate 104 armi da fuoco e 45 milioni di dollari in contanti, in Nuova Zelanda 35. La app AnOm era stata prodotta dall'Fbi con la copertura di una azienda di facciata con lo stesso nome.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 9 Giugno 2021, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA