Green pass, c'è l'ok dalla Ue. Figliuolo: «Noi quasi pronti»

Green pass, c'è l'ok dalla Ue. Figliuolo: «Noi quasi pronti»

Il green pass europeo sarà realtà dal 1° luglio. È arrivato ieri l'atteso ok dell'Europarlamento al certificato digitale Covid che darà accesso a viaggi, cerimonie, eventi e altre attività, che sarà rilasciato gratuitamente dalle autorità nazionali in formato cartaceo o digitale, con un codice Qr.
Il documento, che avrà la durata di un anno, consiste in tre certificati distinti: attesterà che una persona è stata vaccinata, che è guarita dal Covid o che ha effettuato un test recente con esito negativo. Secondo la norma approvata gli Stati dell'Ue non potranno più imporre quarantene, tamponi o autoisolamento a chi ne è in possesso, «a meno che non siano necessarie e proporzionate per salvaguardare la salute pubblica».
È pronta anche l'Italia, dove il codice Qr potrà essere stampato in formato cartaceo o sarà visibile scaricando la app Io (già utilizzata per il cashback) o Immuni. «Questione di pochissimi giorni», ha assicurato il generale Figliuolo.(D.Zur.)


Ultimo aggiornamento: Giovedì 10 Giugno 2021, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA