Dopo 60 mila chilometri percorsi in giro per l'Italia e l'Europa alla ricerca di

Dopo 60 mila chilometri percorsi in giro per l'Italia e l'Europa alla ricerca di nuovi talenti, X Factor sceglie il Palazzetto dello sport di Monza per la sua ultima tappa, la più importante, quella dei live che vedrà i quattro giudici, Malika Ayane, Mara Maionchi, Samuel e Sfera Ebbasta e il conduttore Alessandro Cattelan impegnati nella fase più difficile della gara, quella delle esibizioni dal vivo.
Da ieri la grande macchina produttiva dello show si è spostata nella cittadina per dare il via ai lavori in vista del primo live, che debutterà su Sky il 24 ottobre alle 21.15. A Monza, per «trasformare» la struttura, arriveranno 300 persone per il montaggio di palco (che avrà una superficie calpestabile di ben 800 metri quadrati) e 200 persone di crew. Monteranno 1,5 km di americane, più 250 mq di ledwall - di cui 200 metri quadrati movimentati tramite software su binari e sistema di pompe idrauliche - e 4 pedane di 8,5 x 2 metri ciascuna, automatizzate con software custom. Un allestimento che prevederà 50 metri di binari telecamere, 30 metri di binari telecamere remotati, 15 telecamere - di cui una Dynamicam volante - 20chilometri di cavi, 20 motori a velocità variabile, 40 metri di sipari per ingresso scene, 18 motori kinesys per movimentazione del tetto con 70 luci motorizzate e 500 metri di sceno-luminoso. Un trasloco che porterà con sé grandi opportunità di sviluppo per tutta l'area, un accordo di sponsorizzazione con la squadra di Volley che milita in serie A1 e una collaborazione con il Comune di Monza per valorizzare le bellezze della città lombarda.

Venerdì 27 Settembre 2019, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA