Donato Carrisi, Io sono l'abisso un tuffo nelle acque nere del male
di Paola Pastorini

Donato Carrisi, Io sono l'abisso un tuffo nelle acque nere del male

Da settimane in vetta alle classifiche di libri italiani, Donato Carrisi, giallista e regista, è tornato a regalare inquietudine e turbamento ai suoi lettori. Il suo thriller Io sono l’abisso è ambientato in riva al Lago di Como, con le sue atmosfere sospese e inquietanti. Tre i protagonisti, tutti senza nome: il serial killer, la ragazzina bullizzata, la donna alla ricerca della verità che per tutto il romanzo viene apostrofata come “la cacciatrice delle mosche”. Il male puro viene indagato e viene seguito passo passo, in un crescendo di angoscia. Il male che colpisce la ragazzina, il male che trasforma un uomo invisibile in un assassino, il male che parte sempre da una famiglia violenta. Un giallo che conduce i bordi dell’abisso.

 

 


Ultimo aggiornamento: Martedì 12 Gennaio 2021, 09:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA