Roma, scuole e asili chiusi oggi per il maltempo

Video
di Luca Calboni

Scuole chiuse a Roma oggi lunedì 29 ottobre: la decisione è stata presa dal Comune a causa dell'allarme maltempo. E istituti scolastici chiusi anche in altre 5 regioni italiane. «A seguito dell'allerta meteo diramata dalla Protezione Civile del Lazio» la sindaca di Roma Virginia Raggi ha firmato un'ordinanza in tal senso.  «Oggi, lunedì 29 ottobre, le scuole di ogni ordine e grado nella città di Roma resteranno chiuse per gli studenti. A seguito dell'allerta meteo diramata dalla Protezione civile della Regione Lazio, che prevede forti venti, piogge intense e temporali, la sindaca di Roma Raggi ha firmato un'ordinanza che prevede la sospensione dell'attività didattica ed educativa nelle scuole di ogni ordine e grado, compresi asili nido e scuole dell'infanzia, su tutto il territorio cittadino - spiega il Campidoglio -. Gli istituti saranno comunque presidiati dai dirigenti scolastici e dai funzionari comunali dei servizi educativi e scolastici. Il provvedimento si è reso necessario per prevenire situazioni di pericolosità per l'incolumità dei bambini e degli studenti, nonché per motivi attinenti alla sicurezza e circolazione stradale».
 


L'Assessora alla Persona, Scuola e Comunità solidale Laura Baldassarre ha confermato su Facebook: «Domani le scuole di Roma, compresi asili nido e scuole dell’infanzia, resteranno chiuse per gli studenti. Disposta la sospensione dell’attività didattica dopo l’allerta meteo diramata dalla Protezione civile della Regione Lazio. Gli istituti saranno presidiati solo dai dirigenti scolastici e dal personale comunale dei servizi educativi. Particolare attenzione viene dedicata agli insediamenti presenti lungo le sponde del fiume Aniene, con squadre della Polizia Locale e della Sala operativa sociale che stanno lavorando per allontanare le persone dalle aree a rischio. Abbiamo già a disposizione oltre 200 posti appositamente allestiti per l’accoglienza dei senza dimora».

La Protezione Civile infatti ha diramato l'allerta arancione per il Lazio e la Toscana, mentre l'allarme è addirittura rosso per Liguria, Veneto e Friuli Venezia Giulia.

Maltempo, le 5 zone di Roma più a rischio

Secondo le previsioni la fascia più critica sarà fra le 6 e le 9 della mattina di lunedì, dove le precipitazioni diventeranno di carattere alluvionale e le raffiche di vento potrebbero arrivare fino a 100 chilometri di velocità; dopo l'attento monitoraggio da parte del Campidoglio, il Comune ha deciso per la chiusura. Decisione analoga presa dal Comune di Marino, ai Castelli, a Fiumicino e Viterbo. Anche i sindaci di Bracciano, Cerveteri e Ladispoli hanno disposto la chiusura delle scuole per la giornata di domani. Ma non solo Lazio: a Venezia e in molti comuni toscani delle province di Livorno e Grosseto. Scuole chiuse in Veneto anche nelle province di Padova, Treviso, Belluno e Vicenza. In Piemonte niente lezioni ad Alessandria. 

Questo pomeriggio c’è stata una telefonata tra il ministro dell’Interno Matteo Salvini e il governatore del Veneto Luca Zaia: hanno parlato della situazione meteo nel Nordest, viste le previsioni (decisamente preoccupanti) per le prossime 24 ore. Al termine della telefonata è stata decisa la chiusura delle scuole. Le prefetture sono tutte operative e attivate. Il governatore ha espresso “soddisfazione per la sensibilità e la risposta tempestiva“ del ministro Salvini. Il responsabile dell’Interno, peraltro, ha alzato il livello di attenzione per il maltempo in tutta Italia

Scuole chiuse per allerta in tutta la Liguria. Con allerta rossa scuole chiuse nella provincia di Genova e della Spezia, ma saranno chiuse anche nella stragrande maggioranza dei comuni dell'Imperiese, compreso Imperia, Sanremo, Ventimiglia e Bordighera, dove l'allerta è arancione. Scuole chiuse anche nel Savonese il cui territorio è diviso tra allerta rossa e arancione. Gli unici comuni con scuole aperte sono Spotorno e Albisola. Con allerta rossa scatta la chiusura automatica, con la arancione decidono i sindaci.

La situazione è prevista in miglioramento per martedì, prima di un nuovo peggioramento mercoledì.

Relativamente alle condizioni meteo, sul sito della Capitale è stato pubblicato il seguente avviso:
«Dalle prime ore di domenica, 28 ottobre 2018, e per le successive 24-36 ore si prevedono sul Lazio: precipitazioni diffuse, anche a carattere temporalesco. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento. Inoltre, dal pomeriggio di domenica, 28 ottobre 2018, e per le successive 24-36, si prevede il persistere di venti da forti a burrasca dai quadranti meridionali con mareggiate lungo le coste esposte».

Paura al Colosseo e mareggiata sul litorale

La decisione della Sindaca Virginia Raggi era stata già presa in alcune situazioni precedenti: Ignazio Marino chiuse le scuole della Capitale il 5 e il 6 novembre del 2014. Gianni Alemanno decise un provvedimento analogo nel 2012: dal 3 al 7 febbraio infatti Roma fu colpita da una violenta nevicata che spinse il primo cittadino a chiudere gli istituti e a sospendere la didattica.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 29 Ottobre 2018, 09:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA