Roma, blitz all'alba a Spinaceto. La polizia municipale sgombera casa popolare occupata abusivamente dal clan dei Bevilacqua

Intervento contro il racket delle occupazioni. Sulla porta d’ingresso una scritta per i tossicodipendenti in cerca di droga: «Non ci sono, chiamatemi al telefono tanto ce l’avete»

Video
di Emilio Orlando

Racket delle occupazioni nel mirino della procura capitolina e della polizia municipale. Un’imponente operazione di ripristino della legalità è in corso dalle prime luci dell’alba nel quartiere di Spinaceto. Gli agenti del IX gruppo della polizia Roma Capitale dell’Eur, stanno sgomberando una casa popolare di proprietà dell’Ater, occupata da alcuni appartenenti alla famiglia Sinti dei Bevilacqua.

 

Roma, le villette sequestrate ai Casamonica vanno ai carabinieri

 

 

 

 

L’alloggio, al secondo piano di via Salvatore Lorizzo 119 era stato già liberato due anni fa, un esponente del feroce clan degli Spada di Ostia, lo aveva occupato. L’abitazione veniva utilizzata come centrale di spaccio da una donna. Sulla porta d’ingresso una scritta con il pennarello rosa: «Non sono a casa, chiamatemi al telefono tanto ce l’avete», era il messaggio per i tossicodipendenti che cercavano la droga.


Ultimo aggiornamento: Sabato 23 Ottobre 2021, 12:07
© RIPRODUZIONE RISERVATA