Piazza di Siena, il Concorso Ippico salva undici platani monumentali del Seicento. Le gare internazionali al via il 27 maggio

Piazza di Siena, il Concorso Ippico salva undici platani monumentali del Seicento. Le gare internazionali al via il 27 maggio

di Elena Benelli

Undici monumentali platani di Villa Borghese riceveranno nuove attenzioni e cure dall'organizzazione del Concorso Ippico Internazionale di Piazza di Siena, quest’anno in programma da giovedì 27 a domenica 30 maggio 2021.

I maestosi giganti verdi, messi a dimora all'inizio del Seicento dal cardinale Scipione Borghese, danno il nome alla valle che separa l’ellisse di Piazza di Siena (dove si svolge lo CSIO) dal museo Galleria Borghese (info www.piazzadisiena.it).

Si tratta di un vero e proprio patrimonio botanico che necessita urgentemente di salvaguardia e cure. L’intervento sui platani seicenteschi - sotto la direzione dei botanici francesi Pascal Genoyer (presente a Roma) e Claire Atger, del centro studi Pousse Conseil -  inizierà oggi, martedì 30 marzo 2021, e si concluderà giovedì 1 aprile 2021 con la prima delle tre fasi previste. Si partirà con l’alleggerimento dei giovani platani ibridi, studiato per ridurre l’ombra che, proiettata sugli antichi platani orientali, li priva di luce e nutrimento. Le fasi degli interventi al suolo saranno concluse invece tra maggio e giugno.

«Nel 2017 la FISE ha maturato una scelta strategica nell'organizzazione del Concorso internazionale di Piazza di Siena - spiega  Marco Di Paola, Presidente della Federazione Italiana  Sport Equestri - Quella di assumersi la responsabilità di lasciare Villa Borghese alla fine dell'evento sportivo in condizioni sempre migliori. La piazza è tornata allo splendore degli albori del concorso ippico (fine anni ‘20) partendo dal rinnovato inerbimento dell’ovale che ripropone oggi un colpo d’occhio straordinario. Un intervento questo che è stato fortemente apprezzato dalla comunità mondiale degli sport equestri e dai suoi grandi campioni. Tutto ciò è stato possibile grazie alla fondamentale collaborazione con il Comune di Roma, con il CONI e Sport e con Salute S.p.A. e alle preziose indicazioni ricevute dalle Sovrintendenze ai Beni Culturali, nonché al sostegno dei nostri sponsor  Rolex, Intesa Sanpaolo, ENI, Loro Piana e Land Rover».


Roma Capitale ha infatti concesso Piazza di Siena in adozione alla Federazione Italiana Sport Equestri già dal 2018 e molti interventi sul verde sono già stati effettuati dal Comitato Organizzatore del concorso (FISE con il CONI e con Sport e Salute S.p.A.) sotto la supervisione del Dipartimento Tutela  Ambientale Roma Capitale.


Oggi la Valle dei Platani costituisce “l’unica isola urbana nota di antichi Platani orientali in Occidente”: gli undici sopravvissuti della piantagione originaria, “sono preziose reliquie viventi, capolavori insostituibili e impareggiabili quanto il David di Donatello”, una parte importante dell’eredità mondiale” nelle parole di Peter Raven, uno dei massimi botanici viventi. Il progetto di salvaguardia e cure che sta iniziando è senza precedenti: sia per le caratteristiche del sito, che ne fanno un luogo unico in Occidente, sia perché non esistono riferimenti di interventi simili su esemplari del genere e altrettanto antichi.


Ultimo aggiornamento: Martedì 30 Marzo 2021, 20:58
© RIPRODUZIONE RISERVATA