Colleferro, omicidio di Willy: Belleggia denuncia i testimoni amici dei fratelli Bianchi. Cosa sta succedendo

Colleferro, omicidio di Willy: Belleggia denuncia i testimoni amici dei fratelli Bianchi. Cosa sta succedendo

A pochi giorni dall'inizio del processo per l'omicidio di Willy Monteiro Duarte, si intensificano le accuse reciproche tra i quattro imputati. In particolare, Francesco Belleggia, l'unico imputato ritenuto attendibile dagli inquirenti e per questo posto ai domiciliari, ha denunciato tre amici dei fratelli Bianchi, che hanno testimoniato su quanto accaduto la notte del 5 settembre scorso a Colleferro.

 

Leggi anche > Willy, Marco Bianchi a processo per un'altra aggressione ai danni di un bengalese

 

Imputati per l'omicidio sono i fratelli Marco e Gabriele Bianchi, Mario Pincarelli e Francesco Belleggia. Quest'ultimo è l'unico che si trova ai domiciliari e non in carcere, e nelle scorse ore ha denunciato per false dichiarazioni tre amici dei fratelli Bianchi, che lo avevano indicato come il giovane che avrebbe colpito con un calcio Willy Monteiro Duarte mentre il 21enne di Paliano cercava di rialzarsi dopo l'aggressione subita. Anche attraverso i loro legali, i quattro imputati ora iniziano a fronteggiarsi in vista del processo. L'unica certezza è che i quattro giovani erano tutti presenti a Colleferro, davanti al pub Due di Picche, nella notte tra il 5 e il 6 settembre dell'anno scorso, quando i fratelli Bianchi erano intervenuti in una lite, a supporto di Belleggia e Pincarelli.

 

Leggi anche > Willy Monteiro, il papà: «Mio figlio non è morto invano, ha cercato di salvare un'altra vita»

 

Anche i tre testimoni chiamati in causa da Belleggia sono di Artena ed avevano trascorso parte della serata con i fratelli Bianchi. Nelle frasi rilasciate agli inquirenti i tre testimoni avevano affermato di aver visto Belleggia caricare un calcio e colpire Willy al volto, facendolo ricadere a terra, e di aver visto anche Pincarelli colpire il 21enne con pugni all'altezza della testa. Il terzo testimone, che aspettava i fratelli Bianchi in auto, aveva invece spiegato di aver visto Belleggia colpire Willy con un calcio mentre il ragazzo di Paliano era ancora steso a terra.

 

Leggi anche > Willy Monteiro, fratelli Bianchi incastrati da una foto: su un'auto nera con due donne dopo il pestaggio

 

Francesco Belleggia ha sempre riferito di non aver mai sfiorato Willy, e procura e Gip gli hanno creduto tanto che, dei quattro imputati, è l'unico che gode degli arresti domiciliari. Queste testimonianze rischiavano di minarne la credibilità. «Non sono testimoni che si sono presentati spontaneamente, come gli altri, nell'immediatezza dei fatti, ma sono stati indicati dalla difesa successivamente all'arresto», dichiara ad Agenzia Nova l'avvocato Vito Perugini, legale di Francesco Belleggia. «Intervengono a partire dal 18 settembre e il terzo, addirittura, il 25 settembre. Sono persone dichiarate dal Gip assolutamente inattendibili e, a sconfessare le loro ricostruzioni ci sono le testimonianze delle altre persone informate sui fatti. Inoltre, di queste tre persone, due sono imputate insieme ai fratelli Bianchi in altri procedimenti penali in materia di stupefacenti, estorsione e violenza privata. Il terzo invece è individuato nelle indagini come acquirente abituale di cocaina dai Bianchi». 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 19 Maggio 2021, 15:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA