Gianluigi De Palo su Leggo: «Vincere anche se si perde»
di Gianluigi De Palo

Gianluigi De Palo su Leggo: «Vincere anche se si perde»

È notte, quando i miei figli emozionati si svegliano per vedere l'ultima gara di Federica Pellegrini. Sono cresciuti tifando e ripetendo questo nome. Un po' come me con Pietro Mennea che appena lo evocavo andavo più veloce. Alla fine ho ceduto alla loro insistenza: sveglia alle tre di notte. L'emozione della partenza è un po' di delusione per il settimo posto finale. «Papà perché non ha vinto?». E allora stai lì, in piena notte, a spiegare che la vittoria dipende dal contesto. Che per loro fratellino Giorgio Maria, con la sindrome di Down, riuscire a camminare da solo è stata una grande vittoria. Che per te laurearti a 42 anni portando il giorno della tesi i tuoi 5 figli è stata una grande vittoria. Che per nonno Niko riuscire ad affermarsi nel suo lavoro di restauratore nonostante la sua sordità è stata una grande vittoria. Che giocarsi a 33 anni la quinta finale alle Olimpiadi e tenere svegli noi e chissà quanti altri è una grande vittoria. Perchè vincere non è solamente arrivare i primi, ma anche essere felici di aver lottato. Perchè ci sono sconfitte che valgono più delle vittorie. E che la mia vittoria più grande sono loro: i miei figli. E mentre lo dico, con grande enfasi e quasi commosso, mi accorgo che dormono da un pezzo.
occhidipadre@leggo.it

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Gigi De Palo, 44 anni sposato con Anna Chiara e padre di 5 figli. Giornalista e scrittore si occupa di formazione sul tema de "La leadership etica". È stato presidente delle Acli di Roma e Assessore tecnico alla Scuola e Famiglia del Comune di Roma. Dal novembre del 2015 è Presidente Nazionale del Forum delle Famiglie. Il suo ultimo libro, scritto a quattro mani con la moglie ed edito dalla Sperling & Kupfer si intitola "Adesso viene il bello".


Ultimo aggiornamento: Giovedì 29 Luglio 2021, 13:52
© RIPRODUZIONE RISERVATA