Supplenti, chi li ha visti? All'appello ne mancano 20 mila
di Simona Romanò

Scuola a Milano. Supplenti, chi li ha visti? All'appello ne mancano 20 mila

Gli alunni saranno presenti, gli insegnanti no. L'allarme lanciato dai sindacati desta la preoccupazione dei genitori: «Non ci sono soprattutto docenti di sostegno». Lunedì, alla prima campanella post-covid, mancheranno all'appello nelle scuole di Milano circa 20mila supplenti, di cui circa 12mila appunto destinati al sostegno.
I ritardi sull'elaborazione della lista delle graduatorie (formalizzata, a Milano, lunedì) non ha permesso di assegnare in tempo le cattedrale. Inoltra, bisogna ora attendere le segnalazioni di eventuali errori prima di collocare gli insegnanti: è dunque impossibile che siano in classe lunedì per accogliere gli studenti nell'anno scolastico tormentato dal virus.

Il problema delle cattedre vuote non è solo di Milano, ma dell'intera Regione. «Calcoliamo 40, 50mila le supplenze che in Lombardia si dovranno assegnare», denuncia Flc Cgil. In particolare, è «molto consistente la carenza di docenti di italiano, matematica, fisica, tecnologia» e «particolarmente colpiti sono le alunne e gli alunni diversamente abili a cui saranno assegnati docenti supplenti e non specializzati».

riproduzione riservata ®
Ultimo aggiornamento: Giovedì 10 Settembre 2020, 08:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA