Milano, rogo via Antonini: ecco quanto è stato donato alle famiglie sfollate. L’appello: «Non abbandonateci»
di Simona Romanò

Milano, rogo via Antonini: ecco quanto è stato donato alle famiglie sfollate. L’appello: «Non abbandonateci»

Sul conto, istituito per aiutare per le famiglie sfollate di via Antonini a Milano, sono stati raccolti 167mila euro, tra cui una donazione dalla parrocchia di zona di 14mila euro. Gli inquilini della Torre dei Moro, andata a fuoco in un gigantesco rogo, il 29 agosto (fortunatamente senza vittime e per cui è aperta un’inchiesta), chiedono «di non essere abbandonati». Le spese a cui devono fare fronte sono costanti soprattutto per il futuro: «Le banche hanno sospeso le rate per un anno ma noi in un anno non riusciremo a tornare nel grattacielo, dopo come faremo?», ha detto Mirko Berti, il portavoce degli inquilini. Sono le preoccupazioni anche di chi ha una famiglia e deve trovare un alloggio dignitoso per i propri figli. Intanto, da settimana prossima, il servizio di vigilanza dell’area della Torre sarà a carico degli inquilini.

 

 

Intanto, «da domani, venerdì 24 settembre, o al massimo da lunedì, la Prefettura, leverà il servizio di vigilanza» per evitare sciacallaggi, nonostante la fatica, «perché non ci sono abbastanza pattuglie nell'area di Milano per portare avanti questo servizio» in modo continuativo. «Ci dovremo affidare a una società di vigilanza e pagarla di tasca nostra, anticipando i soldi, sperando che poi l'assicurazione risarcisca anche questi», aggiungono gli sfollati,


Ultimo aggiornamento: Giovedì 23 Settembre 2021, 22:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA