Meningite, Marzia Colosio morta a 48 anni: vaccini gratis tra Bergamo e Brescia

Meningite, Marzia Colosio morta a 48 anni: vaccini gratis tra Bergamo e Brescia

Meningite, un altro caso finito tragicamente tra le province di Bergamo e Brescia: una donna di 48 anni, Marzia Colosio, residente a Predore (Bergamo) è morta mentre era ricoverata in ospedale a Brescia. Si tratta del secondo decesso su quattro casi nella zona: per limitare i rischi di contagio è stato elaborato un piano operativo con Ats di Bergamo e Brescia iniziando a estendere l'offerta vaccinale gratuita a tutti i cittadini fino a 60 anni nei comuni vicini a Villongo e Predore.

Leggi anche > Caccia al portatore sano di meningococco C. «Prelievi su 200 persone»

Il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, e l'assessore al Welfare, Giulio Gallera hanno espresso cordoglio per la scomparsa della donna. «Stiamo affrontando una situazione straordinaria - spiega Gallera - in stretto raccordo con l'istituto Superiore di Sanità. L'ATS di Bergamo ha già avviato la profilassi antibiotica precauzionale per tutti i familiari e le persone che sono state a contatto con la donna deceduta oggi, ricostruendone ogni spostamento degli ultimi giorni». 


Leggi anche > Incendi in Australia, i numeri choc: «Morti 480 milioni di animali»

«A seguito dei casi di infezione registrati nei giorni scorsi nella stessa zona - aggiunge l'assessore - abbiamo deciso di mettere in campo un'azione strategica articolata. In primo luogo verrà ampliata l'offerta vaccinale gratuita per i cittadini fino a 60 anni: insieme alle ATS di Bergamo e Brescia e con le ASST Bergamo EST e Franciacorta verranno aperti ambulatori straordinari, oltre a quelli di Villongo e Sarnico, anche nei comuni di Predore, Credaro e Paratico, nelle sedi comunali o in luoghi che si stanno individuando in sinergia con le amministrazioni locali (ad oggi già vaccinate più di mille persone).»



Le sedi e gli orari degli ambulatori saranno resi noti appena disponibili. «Inoltre - conclude - in questi comuni e in quelli limitrofi individuati sia sulla base della prossimità geografica sia delle abitudini delle persone colpite dal batterio, verrà garantita la possibilità ai Medici di Medicina Generale, contattati direttamente dalle ATS di riferimento, di vaccinare gratuitamente i propri assistiti contro il Meningococco. Per questo ringrazio in modo particolare l'Ordine dei medici che ha offerto totale collaborazione». 

Ultimo aggiornamento: Sabato 4 Gennaio 2020, 10:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA