Ambrogino d'oro 2019: da Mogol a Claudio Luti, da Lella Costa a Cini Boeri. Anche Leggo premiato il 7 dicembre

Ambrogino d'oro 2019: da Mogol a Claudio Luti, da Lella Costa a Cini Boeri. Anche Leggo premiato il 7 dicembre

Sono 41 le personalità e le associazioni che riceveranno il 7 dicembre lAmbrogino d’oro per essersi distinti e aver dato lustro alla città di Milano. E c’è anche il quotidiano Leggo che da 18 anni informa i milanesi sulla città. Ieri i capigruppo e l’ufficio di presidenza del Consiglio comunale hanno stabilito i nomi delle quindici personalità
per le medaglie d’oro, più 6 alla memoria, e dei 20 attestati che il sindaco tradizionalmente consegna in occasione
di Sant’Ambrogio al Teatro Dal Verme.

Leggi anche > Milano, in cattedra all'Università Cattolica Calciomercato-L'originale con Di Marzio, Bonan e Fayna

MEDAGLIE D’ORO Tanti artisti: il paroliere Mogol (Giulio Rapetti), il cantautore Vinicio Capossela, il musicista Ricky Gianco, l’attrice Lella Costa e l’artista Emilio Isgrò. Fuori il cantante Mahmood, al secolo Alessandro Mahmoud, che dal Gratosoglio è arrivato a vincere Sanremo. E ancora, medaglia al Premio Strega Antonio Scurati e all’architetto Cini Boeri. Tra gli sportivi, fuori il cestista Danilo Gallinari e dentro il nuotatore paralimpico Simone Barlaam e il portiere della squadra femminile della Juventus Laura Giuliani. Tra i professionisti, Sultana Razòn Veronesi, moglie
dell’oncologo Umberto, sopravvissuta al campo di concentramento.Tra gli imprenditori, il presidente e proprietario di Kartell e presidente del Salone del Mobile Claudio Luti; il fondatore di Ferrari Promotion, Mario Ferrari. Medaglia d’oro anche per la fondatrice del blog Giallo Zafferano Sonia Peronaci.

ALLA MEMORIA Sono sei gli Ambrogini d’oro alla Memoria: Francesco Saverio Borrelli, ex magistrato e capo della Procura; Filippo Penati, ex presidente della Provincia; Giorgio Squinzi, ex patron della Mapei ed ex presidente di Confindustria. E don Luigi Melesi, cappellano di San Vittore ed Eugenio Fumagalli, tassista-eroe ucciso sulla Milano-Meda mentre aiutava i feriti di un incidente. Un Ambrogino alla memoria anche a Carla Casiraghi, ultima
custode del vicolo dei Lavandai.

ATTESTATI Il quotidiano free press Leggo riceverà l’attestato, come, tra gli altri 20, gli Amici della Triennale, lo Spazio Teatro 89, la cooperativa Cidiesse, il centro assistenza medico legale Cardinal Schuster.
Venerdì 6 Dicembre 2019, 09:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA