West Nile, l'allarme dell'Iss: «In Italia +53% di casi in sette giorni, dieci i morti»

West Nile, l'Iss: «In Italia +53% di casi in sette giorni, dieci i morti»

Cresce il numero di casi e i decessi da West Nile virus in Italia: dall'inizio di giugno fino allo scorso 9 agosto sono stati segnalati 144 contagi, 50 in più rispetto a 7 giorni fa con un aumento del 53%. Tre i morti nell'ultima settimana, che portano il bilancio dall'inizio della stagione a 10 decessi: 6 in Veneto, 2 in Piemonte, 1 in Lombardia e 1 in Emilia-Romagna. Sono i dati salienti della Sorveglianza su West Nile e Usutu virus realizzata dall'Istituto Superiore di Sanità.

Ryanair, addio ai voli a 10 euro. L'ad O'Leary: «Le tariffe superscontate non si vedranno più»

Su 144 casi, 87 hanno sintomi neuro-invasivi

 

Tra i 144 casi di infezioni da West Nile virus nell'uomo, 87 hanno manifestato sintomi neuro-invasivi, 33 febbre, 23 casi sono stati identificati in donatori di sangue. La sorveglianza ha inoltre confermato la presenza del virus negli animali: sono risultati positivi al virus 121 pool di zanzare catturati in Friuli Venezia Giulia, Veneto, Piemonte Emilia Romagna e Lombardia. Identificati anche 41 uccelli positivi e 6 focolai tra equidi. Non è stata invece rilevata nessuna positività per West Nile nelle aziende avicole. 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 11 Agosto 2022, 19:18
© RIPRODUZIONE RISERVATA