A Salerno recuperati i resti di due soldati morti durante la Seconda Guerra mondiale: chi sono

Recuperati i piastrini identificativi e l'equipaggiamento grazie all'Associazione Salerno 1943

Video

Resti di due soldati che combatterono durante la Seconda Guerra mondiale sono stati ritrovati a Salerno. I due corpi sono stati recuperati dall'Associazione Salerno 1943 grazie al riconoscimento dell'equipaggiamento e dei piastrini identificativi.

Golpe in Russia, i servizi lanciano l'allarme: ipnosi per neutralizzare i vertici del Cremlino

Baba Vanga e l'inquietante profezia sul 2023: due eventi potrebbero cambiare la storia dell'uomo

Chi sono i due soldati

Si tratta di due soldati tedeschi della Wehrmacht. Sui piastrini identificativi si legge la stampigliatura «5/A.E.A. 206 513 BGA» e «513 2 SCH ERS KP68». Sarà il Wast, l'ente tedesco con cui l'associazione collabora da anni a condurre lo studio archivistico necessario a tramutare le stampigliature in nomi. Sul luogo del ritrovamento è intervenuta la Sezione radiomobile dei Carabinieri. Con questi ritrovamenti sale a dieci il numero dei soldati recuperati dall'Associazione Culturale Salerno 1943, di cui 5 tedeschi, 4 inglesi ed 1 americano.

La memoria

 

I rioni collinari di Salerno furono interessati nel 1943 dal pesante fuoco dell'artiglieria alleata. Molti i soldati che persero la vita, altrettanti i dispersi. «L'obiettivo delle ricerche dell'associazione è quello di mantenere viva la memoria sui tragici eventi del 1943 che interessarono Salerno e le località limitrofe. A quasi 80 anni dallo sbarco angloamericano, il nostro ricordo va a quelle famiglie che, distrutte dalla guerra, non ebbero una lapide su cui piangere i propri cari», spiega il presidente dell'associazione Vincenzo Pellegrino.


Ultimo aggiornamento: Martedì 22 Novembre 2022, 11:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA