Poliziotto donò lo stipendio a tre ospedali durante la quarantena e venne punito: procedimento annullato

Poliziotto donò lo stipendio a tre ospedali durante la quarantena e venne punito: procedimento annullato

È stato annullato il procedimento disciplinare contro l'agente della Polizia di Stato che aveva donato il proprio stipendio ad alcuni ospedali. Antonino Lollo, atleta messinese che, per l'attività sportiva, si è trasferito nella bergamasca e da un paio d'anni è entrato a far pare della Polizia di Stato, in servizio a Vercelli, costretto in casa proprio durante il periodo peggiore del contagio da Covid-19 per il sospetto che avesse contratto il virus, aveva donato il proprio stipendio a tre diverse strutture sanitarie.



Leggi anche > Coronavirus, poliziotto in quarantena dona stipendio a ospedali, la dirigente lo punisce​

Per colpa di un malinteso, però, si era visto «punito» con un procedimento disciplinare che, effettuati tutti gli accertamenti del caso, è stato annullato d'iniziativa proprio da chi lo aveva promosso. «Non possiamo far a meno di compiacerci con chi - si legge sui siti della Federazione sindacale Fsp Polizia di Stato - ha dimostrato come la vera autorevolezza dirigenziale non sta nel cercare di imporre la forza senza diritto, ma nell'essere giusti, equi e capaci di cambiare idea»

Ultimo aggiornamento: Domenica 17 Maggio 2020, 10:34
© RIPRODUZIONE RISERVATA