Philippe Daverio è morto, lo storico dell'arte aveva 71 anni. Passepartout, la sua trasmissione cult

video

È morto Philippe Daverio. Lo storico dell'arte si è spento questa notte all'istituto dei Tumori di Milano. Lo ha reso noto la regista e direttrice del Franco Parenti Andree Ruth Shammah. Docente e saggista, ex assessore alla Cultura del Comune di Milano, aveva 71 anni. «Mi ha scritto suo fratello stamattina per dirmi che Philippe è mancato stanotte» ha detto Shammah all'ANSA. E' noto al grande pubblico per la trasmissione Passepartout andata in onda per molti anni su Rai Tre. 
 

 

Philippe Daverio era nato in Francia, a Mulhouse, in Alsazia, il 17 ottobre 1949 da padre italiano, Napoleone Daveri. Molto conosciuto e amato in Italia, anche per le sue numerose apparizioni televisive. Daverio infatti è associato da molti telespettatori con il programma televisivo Passepartout in onda su Rai 3; era un programma d'arte e cultura, seguito poi da Il Capitale.
«Intellettuale di straordinaria umanità, un capace divulgatore della cultura, uno storico dell'arte sensibile e
raffinato». Il titolare dei Beni Culturali e del Turismo, Dario Franceschini, commenta così la scomparsa di Philippe Daverio» Con sagacia e passione - ha sottolineato il ministro - ha accompagnato le italiane e gli italiani nell'affascinante scoperta delle architetture, dei paesaggi, dell'espressione creativa, degli artisti, delle fonti
del nostro patrimonio culturale. Tutto questo era Philippe Daverio, un uomo di cui ho sempre apprezzato la grande intelligenza e lo spirito critico e che già manca a tutti noi.
 
 

È stato, dal 1993 al 1997, nella giunta Formentini del comune di Milano, dove ha ricoperto ’incarico di assessore con le deleghe alla Cultura, al Tempo Libero, all’Educazione e alle Relazioni Internazionali.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 2 Settembre 2020, 11:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA