Paola Landini, scomparsa nel 2012: ritrovate ossa umane: «Forse è lei»

Paola Landini, scomparsa nel 2012: ritrovate ossa umane: «Forse è lei»

Nove anni dopo la scomparsa di Paola Landini, la 44enne di cui si persero le tracce nel maggio del 2012, ossa umane sono state trovate in un calanco, un solco d'erosione stretto e profondo, vicino alla zona del poligono di tiro a Sassuolo. Il ritrovamento è avvenuto ad opera del soccorso alpino che era impegnato nelle ricerche di Alessandro Venturelli, il ragazzo scomparso da dicembre scorso.

 

 

Questa mattina alle 8,30 sono riprese le ricerche del giovane nel territorio del comune di Fiorano. Secondo il medico legale, sul posto con i poliziotti, le ossa ritrovate sarebbero state trascinate nel calanco dagli animali. Escluso da un primo esame che si tratti di un uomo, è invece al vaglio l'ipotesi che le ossa appartengano a Paola Landini, la 44enne scomparsa proprio in quella zona a maggio del 2012. 

 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 6 Maggio 2021, 12:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA