Morto Antonio Fontanella, sindaco di Amatrice: stroncato da un'ischemia a 70 anni

Morto Antonio Fontanella, sindaco di Amatrice: stroncato da un'ischemia a 70 anni

Amatrice di nuovo in lutto: è morto Antonio Fontanella, sindaco del paese distrutto dal terremoto del 24 agosto 2016. Aveva 70 anni, era succeduto nel giugno 2019 all'ex primo cittadino Sergio Pirozzi ed era stato colpito da una grave ischemia pochi giorni fa.

 

Leggi anche > Roma, Nuovo Cinema Palazzo: tra gli 11 assolti per l'occupazione anche Sabina Guzzanti e Marco Miccoli

 

Amatrice in lutto per il sindaco Fontanella

Antonio Fontanella, che avrebbe compiuto 71 anni a giugno, era stato colpito da un'ischemia mentre si trovava nel suo ufficio, il 20 marzo scorso, ed era stato trasportato con l'elisoccorso al Policnico Gemelli di Roma. Nonostante il ricovero, le sue condizioni erano gradualmente peggiorate col passare dei giorni. Antonio Fontanella era in carica dal giugno 2019 ma era stato già sindaco di Amatrice per due mandati, tra il 1995 e il 2004.
La notizia della morte di Antonio Fontanella è stata diffusa dall'amministrazione comunale, che ha decretato il lutto cittadino per la giornata di domani.

 

Antonio Fontanella, Pirozzi: «Sono davvero afflitto»

Tra i primi a ricevere la notizia della morte di Antonio Fontanella c'è anche Sergio Pirozzi, consigliere regionale del Lazio ed ex sindaco di Amatrice, divenuto famoso in tutta Italia durante la tragedia del terremoto. Non c'è una semplice successione alla carica a legare i due, come spiegato dallo stesso Pirozzi: «Sono davvero afflitto dalla notizia della morte di Antonio; abbiamo condiviso un percorso, iniziato facendo da suo vice nel 1995. Ora si era rimesso in gioco in un momento particolare per il nostro paese. Un pensiero alla famiglia, la moglie e ai due figli».

 

Antonio Fontanella, il cordoglio dell'Anci

«Sono vicino alla famiglia del sindaco Fontanella e alla sua comunità, già tanto provata dal terremoto, ora privata di una guida autorevole. Ricorderò sempre la dedizione e l'impegno di Antonio per la ricostruzione di Amatrice, un lavoro del quale sentiremo la mancanza anche nel coordinamento dei sindaci costituito in Anci». Lo dichiara in una nota Antonio Decaro, presidente dell'Anci e sindaco di Bari dopo aver appreso la notizia della morte del sindaco di Amatrice, Antonio Fontanella.

 

Antonio Fontanella, il cordoglio del Pd

Antonio Fontanella era un esponente del Pd e molti esponenti 'dem' hanno espresso il loro cordoglio per la scomparsa del sindaco di Amatrice. «La scomparsa di Antonio Fontanella, sindaco di Amatrice, è una notizia che mi addolora molto. Antonio è sempre stato una figura importante per il Pd e per il territorio che amministrava con attenzione e coraggio. Voglio esprimere le condoglianze, da parte di tutto il Partito Democratico del Lazio, alla famiglia e alla comunità di Amatrice. Ciao Antonio, che la terra ti sia lieve», scrive in una nota, il senatore Bruno Astorre, segretario Pd Lazio.
Fabio Melilli, parlamentare Pd di Rieti, ha invece ricordato così il sindaco di Amatrice: «Mi è giunta la terribile notizia della morte di Antonio Fontanella. Con Antonio abbiamo fatto un lungo tratto di strada insieme a difesa delle ragioni della nostra terra. Non dimenticherò mai la passione e la fermezza con cui, prima e dopo il sisma, ha rappresentato la sua comunità e la valle del Velino. Amatrice perde uno dei suoi uomini migliori ed il vuoto che lascia è incolmabile».
L'ex segretario del Pd e presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ha commentato così la tragica notizia: «È con profondo cordoglio che apprendo della morte del sindaco di Amatrice, Antonio Fontanella. Un uomo delle Istituzioni, dedito con passione alla cura della sua comunità. Ho avuto modo di confrontarmi con lui in questi anni, anche e soprattutto per far fronte alle esigenze del territorio dopo il terremoto. Alla famiglia e ai cittadini di Amatrice le mie sincere condoglianze».
Anche Gianni Letta, neo-segretario del Pd, ha voluto salutare Antonio Fontanella: «Ci ha lasciato il sindaco di Amatrice, città simbolo per tutti noi. Un pensiero alla sua famiglia e a tutta la sua comunità».


Ultimo aggiornamento: Giovedì 25 Marzo 2021, 16:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA