Incendio in casa: Giulia muore a 14 anni, ustionato il papà. La madre corre da loro e si schianta in auto contro un muro

Lucca, incendio in casa: Giulia Salotti morta a 14 anni, ustionato il papà. La madre corre da loro e si schianta in auto contro un muro

Una ragazza di 14 anni, Giulia Salotti, è morta la scorsa notte in un incendio che si è sviluppato in una abitazione in provincia di Lucca. L'incidente, secondo le prime informazioni dei vigili del fuoco, è avvenuta verso le 2,30 in una casa colonica bifamiliare nel comune di Borgo a Mazzano. Il padre della ragazza è rimasto ustionato nel tentativo di salvarla dalle fiamme. Secondo quanto spiegato, la ragazza è stata trovata morta dentro l'abitazione dai vigili del fuoco intervenuti per l'incendio.



Il rogo si è sviluppato in un'abitazione in via Fulignana a Socciglia, nella frazione Anchiano del comune di Borgo a Mozzano. Al momento dell'incendio erano presenti la 14enne e il padre. Le cause dell'incendio sono in corso di accertamento. L'immobile è stato posto sotto sequestro dall'autorità giudiziaria.
 

La mamma della ragazza è rimasta ferita in un incidente stradale. La donna, che non si trovava in casa con la figlia e il marito, avvertita dal coniuge dell'incendio, ha tentato di raggiungere precipitosamente l'abitazione familiare, ma alla guida della sua auto si è schiantata contro un muro lungo la statale del Brennero. Nell'incidente la madre della 14enne ha riportato traumi e ferite, che non sarebbero gravi, ed è stata trasportata in ambulanza all'ospedale di San Luca di Lucca, dove è stato ricoverato anche il marito per ustioni agli arti. 

Il cadavere della ragazza di 14 anni  è stato trovato in una stanza al piano superiore dell'immobile mentre le fiamme, secondo prime ricostruzioni di vigili del fuoco e carabinieri, potrebbero essere partite dal pianterreno. Sempre secondo quanto si apprende, il padre, un operaio di 49 anni, appena resosi conto del fuoco ha chiamato i soccorsi e ha tentato di raggiungere la stanza della figlia, ma fumo e calore elevato glielo hanno impedito, rimanendo lui stesso ustionato al volto e agli arti. Carabinieri della stazione locale sono arrivati presto ma il rogo, che ha distrutto arredi e suppellettili, impediva l'accesso. Gli stessi vigili del fuoco sono entrati nella casa solo usando autorespiratori. Oltre al sequestro dell'immobile, che è stato dichiarato inagibile, la procura di Lucca ha anche disposto l'autopsia sulla 14enne. I vigili del fuoco sono stati incaricati di predisporre una relazione tecnica per individuare le cause delle fiamme. La ragazza era una studentessa che frequentava il primo anno delle superiori. Il padre è stato portato per le ustioni al pronto soccorso dell'ospedale di Lucca e non è in pericolo di vita.
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 22 Gennaio 2020, 10:46
© RIPRODUZIONE RISERVATA