Arriva l’Interrail gratis per i neo 18enni: ecco come funziona

Arriva l’Interrail gratis per i neo 18enni: ecco come funziona

Viaggiare per l'Europa in treno completamente gratis? La proposta lanciata più di un anno fa dal Partito Popolare Europeo di concedere un pass interrail gratuito ai neo-diciottenni, cittadini dell’Unione Europea, sta per diventare realtà. La Commissione Europea, infatti, ha dato il primo via libera allo stanziamento dei 12 milioni di euro che serviranno a finanziare il progetto già a partire dal 2018. A riportare la notizia è il sito Skuola.net. Interrail gratis: sì, ma non per tutti La notizia dell'Interrail gratis per i ragazzi nati nel 2000 ha subito destato molto interesse ed è diventata virale sui social network. Ma lo speciale regalo della UE non sarà per tutti. Almeno per quest’anno, i fondi basteranno per mettere a disposizione i biglietti ferroviari (e marittimi) solo per 20-30mila ragazzi, che verranno scelti con una procedura “obiettiva e imparziale”. Nelle prossime settimane dovrebbe essere lanciato una specie di concorso che selezionerà i fortunati beneficiari del pass.

Cos’è l’Interrail?
Ma cos’è, di preciso, l’Interrail? Si tratta di un programma lanciato 1972 che, negli anni, ha permesso a milioni di viaggiatori di visitare in lungo e in largo per l’Europa senza l’assillo di dover acquistare i biglietti in anticipo. Un solo tagliando, valido in 30 Paesi, con cui arrivare in oltre 40mila destinazioni - con il treno ma anche con il traghetto - all’interno del periodo di tempo indicato sul biglietto (da un minimo di 5 giorni a un massimo di 1 mese), risparmiando tantissimo sui costi degli spostamenti. Ancora oggi si stima che tale formula venga utilizzato da più di 300mila persone ogni anno, in buona parte giovani.

Le novità in partenza dall’estate 2018
Ma, con il varo dell’operazione ‘Interrail gratis’, arriva anche un’altra novità. In base alla proposta, infatti, i biglietti in palio saranno disponibili anche per i giovani dei Paesi che non aderiscono alla rete di Interrail - come Cipro, Malta e i paesi baltici - e i primi tagliandi potranno essere utilizzati già da questa estate. “Questa iniziativa – ha commentato il Commissario europeo per la Cultura, Tibor Navracsics - darà ai ragazzi la possibilità diretta di scoprire e sperimentare altri paesi e culture in tutta Europa”. L'iniziativa vuole esplicitamente offrire ai più giovani, anche a ridotta mobilità e indipendentemente dal loro status sociale, l’opportunità di viaggiare all'estero. Per arricchire il proprio bagaglio culturale e, perché no, rafforzare il loro spirito europeo.

Martedì 13 Marzo 2018 - Ultimo aggiornamento: 16:54
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME