Covid, il leghista Gasperini choc: «I giovani che si vaccinano sono servi e infermi, vanno esclusi dalla vita sessuale»

Il Pd reagisce: "Post delirante che innesca l'ennesima fake news"

Covid, il leghista Gasperini choc: «I giovani che si vaccinano sono servi e infermi, vanno esclusi dalla vita sessuale»

Un post su Facebook sui giovani che si vaccinano scatena la polemica. A scriverlo è Lorenzo Gasperini, consigliere provinciale della Lega a Livorno, nonché consulente legislativo alla Camera per il partito guidato da Matteo Salvini.

Leggi anche > Covid, il bollettino di oggi martedì 30 novembre 2021: 12.764 nuovi contagi e 89 vittime

«Un giovane sano che si vaccina dimostra debolezza, paura della morte, creduloneria, infermità intellettuale, facile obbedienza al primo politico che passa e lo minaccia e una psicologia da servo. Tutte caratteristiche che dovrebbero comportare come minimo l’esclusione dalla vita sessuale, come contrappasso naturale».

Gasperini, che sui social si definisce ‘identitario e toscano’ sui suoi profili è noto per posizioni estreme. Il 27 novembre compare un post dove scrive: «Al giorno d’oggi se non sei omosex e vaccinato non sei nessuno. Vieni discriminato».

Il suo post su facebook ha scatenato la reazione del Pd. In prima battuta con il Responsabile Sicurezza Enrico Borghi: «Di fronte alla gravità della situazione sanitaria, con regioni che tornano in zona gialla e terapie intensive che si riempiono di non vaccinati, la Lega non trova niente di meglio da fare che innescare l'ennesima fake news sui vaccini in un post delirante di Lorenzo Gasperini», spiega Borghi.


Ultimo aggiornamento: Martedì 30 Novembre 2021, 20:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA