«Hai il coronavirus»: filippino scambiato per cinese, insultato e picchiato sull'autobus a Cagliari

Scambiato per cinese e picchiato: «Hai il coronavirus». Una storia incredibile avvenuta la scorsa notte a Cagliari, a bordo di un autobus della linea 9 del Ctm, che dal centro della città porta ad Assemini: la vittima è un cameriere filippino di 31 anni, ricoverato ora all'ospedale Brotzu per un trauma facciale con una prognosi di 30 giorni. Il giovane è stato insultato e picchiato dopo essere stato scambiato per un cinese.

Leggi anche > Coronavirus, bollettino Spallanzani: «In Italia non circola il virus»
 
 

Alle 3:45, il ragazzo è salito sul mezzo pubblico per dirigersi ad Assemini: a bordo, secondo quanto da lui denunciato ai militari dell'Arma, si trovavano tre ragazzi che lo avrebbero insultato. Lo avrebbero provocato e, confondendolo per un cittadino cinese e accusandolo di aver portato il coronavirus, lo hanno colpito al volto. I tre sono poi scesi dal mezzo e sono fuggiti.

Leggi anche > Chi è l'italiano contagiato: fatale un giorno a Wuhan dalla fidanzata

Il 31enne è sceso alla fermata, ha raggiunto l'abitazione di un'amica per chiedere aiuto ed è stato accompagnato in ospedale. Sono stati i medici a chiamare il 112. Sul posto sono intervenuti i carabinieri del Radiomobile ella Compagnia di Cagliari che hanno raccolto la testimonianza della vittima ed effettuato un sopralluogo alla fermata del bus, dove sono state trovate tracce di sangue. Al vaglio i filmati delle telecamere a bordo del mezzo pubblico.

Ultimo aggiornamento: Venerdì 7 Febbraio 2020, 16:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA