Coronavirus, gara di solidarietà: Leggo sposa la campagna del Messaggero per gli ospedali Gemelli e Spallanzani
di Mario Landi

Coronavirus, gara di solidarietà: Leggo sposa la campagna del Messaggero per gli ospedali Gemelli e Spallanzani

Una grande mobilitazione contro il coronavirus. Ma da casa, rispettando le regole e cercando di aiutare chi si trova in prima linea nella dura battaglia contro il contagio. È l'obiettivo della raccolta di fondi avviata da Il Messaggero per il policlinico Gemelli e l'istituto Spallanzani, alla quale aderisce anche Leggo. Un aiuto concreto, destinato al presidio sanitario di una battaglia da vincere: nella Capitale, come in tutto il resto del Paese.
«Sono in prima linea per difenderci, meritano il nostro sostegno. Ognuno faccia quello che può», è l'appello lanciato da Carlo Verdone, una delle personalità del mondo dello spettacolo che ha colto al balzo l'occasione fornita dalla raccolta fondi organizzata dal Messaggero per sostenere gli sforzi contro il coronavirus. Un'iniziativa alla quale hanno già aderito, tra gli altri, Paola Minaccioni Rossella Brescia, Il Ruggito del Coniglio, Rocio Munoz Morales, Alfonsina Russo, Michela Andreozzi, Matteo Maffucci, Elena Di Cioccio, Eva Grimaldi, Clizia Fornasier, Lillo, Peppino Di Capri, Nadia Terranova, Attilio Fontana, Michele Zarrillo, Eleonora Daniele, Antonello Fassari, David Pizarro, Giovanni Veronesi, Sergio Cammariere.
L'esperienza che sta vivendo il Nord è più che un monito. Negli ospedali servono più posti letto per la terapia intensiva, più macchinari per la respirazione, più ricerca. Occorre ridurre al minimo la possibilità che, davanti a un'emergenza sanitaria non più sostenibile, i medici si trovino davanti alla drammatica scelta di chi salvare. È essenziale che tutti - secondo le proprie possibilità - facciano la propria parte. In quasi 142 anni di storia, Il Messaggero ha dimostrato a Roma, al Paese e al mondo il senso di appartenenza di una comunità. Ed è proprio al senso civico dei lettori, che viene rivolto l'invito ad aderire a questa campagna di raccolta fondi per due strutture d'eccellenza che sono in trincea. Serve un vostro gesto. Per contribuire, l'hashtag è #battiilvirusconilmessaggero. 
Ecco le coordinate bancarie necessarie per la sottoscrizione. Il conto è aperto in Banca Finnat e intestato a «IL MESSAGGERO PER L'EMERGENZA CORONAVIRUS»; il codice IBAN di riferimento è invece il seguente: IT31T0308703200CC0100061037.
«Bisogna promuovere una ricerca su questi malati per avere strumenti diagnostici, inquadramento clinico, tracciatura dei contatti e prospettiva dei vaccini - ha dichiarato Giuseppe Ippolito, direttore scientifico dell'istituto nazionale di malattie infettive Spallanzani - Questo istituto negli anni ha rappresentato un punto fermo: l'aiuto di tutti è importante. Perciò l'iniziativa del Messaggero è fondamentale per aumentare la conoscenza e permetterci di debellare questo virus». 
Ultimo aggiornamento: Sabato 28 Marzo 2020, 13:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA