Coronavirus in Italia, 20 morti e 1.640 casi in più. Su 46mila positivi i ricoverati sono meno di tremila
di Domenico Zurlo

Coronavirus in Italia, 20 morti e 1.640 casi in più. Su 46mila positivi i ricoverati sono meno di tremila

Coronavirus in Italia, il bollettino di oggi mercoledì 23 settembre del Ministero della Salute. I nuovi positivi registrati nelle ultime 24 ore sono 1.640, a fronte di 103.696 tamponi (ieri erano stati 1.392 con 87.303 tamponi): 20 invece i decessi (ieri erano stati 14). Con 995 dimessi/guariti in più, gli attualmente positivi salgono ancora a quota 46.114 (625 in più rispetto a ieri, quando l'aumento era stato di 410 unità).

Leggi anche > Coronavirus nel Lazio, 3 morti e 195 nuovi positivi (135 a Roma)

Il totale delle vittime di Covid-19 sale a 35.758, mentre il numero totale dei casi è di 302.537, con 1.640 nuovi positivi in più (ieri erano stati 1.392). Dei 20 morti di oggi 3 vengono da Lazio e Sicilia, 2 da Veneto, Puglia, Abruzzo, Sardegna e Liguria, 1 da Umbria, Emilia Romagna, Piemonte e Toscana. Solo la Campania oltre i 200 casi (248), seguita da Lombardia (196) e Lazio (195). Nessuna regione a contagio zero.



IL BOLLETTINO DI OGGI

I casi Covid-19 in Italia dall'inizio dell'emergenza sono ora 302.537 (1.640 in più rispetto a ieri), di cui 35.758 morti e 220.665 guariti o dimessi, 995 nelle ultime ventiquattro ore. Il numero di attualmente positivi nel nostro Paese è 46.114, ieri era di 45.489, un aumento di 625 unità.
 
Sono 244 i malati in terapia intensiva (ieri erano 239) di cui 33 in Lombardia (-1), 32 nel Lazio (-1), 24 in Toscana (+3). I ricoverati con sintomi sono 2.658, 54 in più rispetto a ieri, e le persone in isolamento domiciliare sono 43.212 (568 in più). I tamponi effettuati fino ad oggi sono 10.679.675, di cui 103.696 nell’ultimo giorno (ieri erano stati 87.303). Il numero di persone realmente sottoposte al test sono 6.455.762. Ricordiamo che ogni persona può essere sottoposta a più di un tampone.
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 23 Settembre 2020, 23:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA