Battute razziste e sul caldo africano a Palermo: turista milanese cacciato dal b&b. «Felici di averti sbattuto la porta in faccia»

Battute razziste e sul caldo africano a Palermo: turista milanese cacciato dal b&b. «Felici di averti sbattuto la porta in faccia»

Troppe battute razziste, e il turista maleducato viene cacciato via dal b&b. Accade a Palermo, dove la titolare di una struttura ricettiva, davanti a continue battute sui siciliani e sul caldo africano, nonché allusioni pesanti su una ragazza di 23 anni palermitana di colore (nata da genitori ghanesi) non ha più retto e ha mandato via un turista milanese, un uomo di 70 anni.

Leggi anche > Buu razzisti a Kessie, l'Hellas nega tutto: «Solo luoghi comuni»

Il marito della titolare, Emiliano Nania, ha raccontato l'episodio su Facebook, sulla pagina ufficiale del b&b 'La terrazza sul centro': «Ho sopportato qualche minuto, poi ho deciso di intervenire - racconta nel post - La ragazza è una collaboratrice bravissima del b&b e merita rispetto». Così la decisione di mandare via il turista, che doveva restare un giorno in più e che invece è rimasto fuori.
 

«Caro ospite ignorante - si legge sulla pagina Facebook del b&b - per noi nascere a Palermo è sufficiente per essere italiani e se per te i siciliani non lo sono, stai serenamente a casa tua. Se pensi che il 'vero italiano' sia un essere superiore, noi tutti siamo più italiani di te! Felice di averti, con il sorriso, sbattuto la porta in faccia perché qui è casa mia e non diamo il benvenuto a chi non lo merita. W il mondo a colori». 
Lunedì 16 Settembre 2019, 13:42
© RIPRODUZIONE RISERVATA