Bari, urla disperate davanti alla banca: «Siamo senza soldi per la quarantena, fate schifo»

di Silvia Natella
Coronavirus, urla disperate davanti alla banca: «Siamo senza soldi fate schifo». E un passante li aiuta. Le misure restrittive imposte dall'emergenza stanno avendo le prime drammatiche ripercussioni a livello economico. Molte le famiglie che danno da mangiare ai loro figli con quanto guadagnano alla giornata. Un video finito in rete in queste ore mostra la protesta di una coppia a Bari davanti alla banca chiusa. «Fate schifo», urlano prima di ricevere soldi da un passante.

Leggi anche > Assalto ai supermercati e fuga alle casse senza pagare
Leggi anche > In ospedale per un tumore, scopre di avere il coronavirus e si uccide nella stanza

Nel filmato finito su Facebook i due prendono a calci i cancelli della banca in preda alla disperazione. A urlare sono un uomo una donna, piccoli commercianti, che si sono ritrovati senza un euro a causa della chiusura della sua attività. Volevano prelevare la pensione accreditata, ma hanno trovato tutto chiuso. «Siamo senza soldi – gridano – come dobbiamo fare. Fate schifo. Lo Stato fa schifo. Come dobbiamo fare?».

Sul posto a quel punto arriva la polizia e cerca di calmarli. Interviene nche il direttore della banca, ma è la generosità di uno sconosciuto che dà loro un po' di respiro. Il passante si è fermato e ha donato loro due banconote da 50 euro. Il video è stato condiviso decine di volte. «Dare quei soldi è stato un gesto normale, l’avrebbe fatto chiunque», ha detto l'uomo che li ha aiutati a Le Iene.

La coppia, infatti, chiedeva dei soldi in anticipo per poter mangiare: «Come facciamo a vivere? Non abbiamo più niente in casa, vi prego venite a vedere, nella mia cucina non abbiamo più neanche la farina, mia madre è un mese che non prende più le medicine, vogliamo solo 50 euro, vogliamo solo mangiare».
Ultimo aggiornamento: Sabato 28 Marzo 2020, 10:34
© RIPRODUZIONE RISERVATA