Alex Zanardi torna a casa: l'ex pilota «stabilizzato» dopo le ultime cure all'ospedale San Bartolo

Alex Zanardi ha subito due gravissimi incidenti. Nel 2001 e nel 2020 e sta lottando per tornare alla normalità

Alex Zanardi torna a casa: l'ex pilota «stabilizzato» dopo le ultime cure all'ospedale San Bartolo

Alex Zanardi può tornare a casa. Dopo 76 giorni di cure all'ospedale San Bartolo di Vicenza, l'ex pilota è stato dimesso dal reparto di rianimazione, perché è stato stabilizzato e può proseguire le cure in casa. Il centro vicentino è una delle eccellenze ospedaliere in Italia ed in Europa per il recupero cognitivo, a cui i familiari dello sfortunato sportivo si sono rivolti nell'aprile 2021 e poi ad agosto, quando un incendio è divampato nella sua villa di Noventa Padovana, racconta Il giornale di Vicenza.

Incendio nella casa di Alex Zanardi a Noventa: l'ex campione è stato trasferito

Secondo ricovero a Vicenza

«Per il futuro resterà il suo punto di riferimento medico», ha detto Giannettore Bertagnoni, il primario del San Bartolo, secondo il quale al momento «il paziente è stato stabilizzato». Non si conosce molto della condizione fisica e neurologica di Alex Zanardi, protetto dall'amore e dal riserbo dei suoi cari, che hanno chiesto il massimo rispetto della privacy.  «In questi mesi il nostro principale obiettivo è stato di stabilizzare le condizioni cliniche generali di Zanardi. Ma, contestualmente, abbiamo proseguito il programma riabilitativo seguito durante il primo periodo di degenza», ha aggiunto il primario.  

Alex Zanardi, incendio nella villa: paura per l'ex pilota e atleta paralimpico, trasferito in un centro medico

Un destino segnato dagli incidenti

Il 15 settembre del 2001 il pilota fu vittima di un incidente sul circuito del Lausitzring in Germania, che ebbe come conseguenza l'amputazione di entrambe le gambe, poi a distanza di 20 anni, a giugno del 2020 il secondo gravissimo incidente, in bicicletta, ad una curva sulle colline senesi, dove Zanardi si è schiantato contro un camion riportando ferite molto gravi. Da quel momento, per l'atleta para-olimpico, vincitore di 4 medaglie d'oro, è iniziato un nuovo percorso di riabilitazione per tornare alla vita.

Lunga riabilitazione

Dal giorno dell'incidente, scampato ad un destino ancora più tragico, Zanardi, che tutti ricordano con quel sorriso contagioso, un vero inno alla vita, è stato sottoposto ad una serie di trattamenti seguito da fisiatri, fisioterapisti, logopedisti, infermieri, specialisti in neurologia, a causa dei traumi provocati dall'incidente in bici. Le cure al San Bartolo, si sono rese necessarie per la seconda volta, dopo che lo scorso 2 agosto un incendio in casa Zanardi ha distrutto l’impianto fotovoltaico a cui sono collegati i macchinari che l'ex pilota usa per il suo percorso riabilitativo.


Ultimo aggiornamento: Martedì 20 Settembre 2022, 11:07
© RIPRODUZIONE RISERVATA