Abbandona il cane, Rocky ritrova la strada di casa: padrone lo fa abbattere dal veterinario
di Alessia Strinati

Abbandona il cane, lui ritrova la strada di casa: padrone lo fa abbattere dal veterinario

Abbandonato dal padrone torna a casa, ma il proprietario lo fa abbattere. Una storia di crudeltà disumana quella che vede come protagonista il tenero e fedele Rocky, un cagnolino che ha subito prima il trauma dell'abbandono e poi la morte perché il suo padrone si era stancato di tenerlo con sé.

Omicidio Fiumicino, il personal trainer confessa: «Ho ucciso Tanina dopo la lezione, voleva svelare la nostra storia»

Il proprietario dell'animale, di Rovigo, aveva deciso di disfarsene lanciandolo dal finestrino dell'auto in corsa. Il fedele amico però era riuscito a ritrovare la strada e, anche se con qualche ferita, era tornato a bussare alla porta di casa sua. Peccato però che non fosse più ospite gradito, così il padrone si è rivolto a un veterinario per farlo sopprimere, riuscendo anche a trovare un professionisa che ha assecondato la sua folle richiesta.

Il piccolo Rocky purtroppo è morto, ma per lui giustizia è stata fatta visto che il proprietario  è stato condannato ad un anno e due mesi  di reclusione per i reati di maltrattamenti e uccisione di animale.  Anche il veterinario dovrà scontare un anno di reclusione, periodo in cui verrà disposta anche l'interdizione alla professione. Nel caso in cui dovessero risarcire alle parti civili con una somma pari a 3,500 euro verranno sospese le pene.

L'uomo si era giustificato dicendo di non riuscire a controllare il cane, che aveva poco più di 3 anni. I fatti risalgono al 2015, ma solo in questi giorni è arrivata la condanna per gli aguzzini, fortemente voluta dalle associazioni animaliste che hanno difeso in ogni modo il diritto alla vita di Rocky.
Venerdì 12 Ottobre 2018, 15:46
© RIPRODUZIONE RISERVATA