Uomini e Donne, Andrea Dal Corso bisessuale? L'escort trans: «È un finto etero»

Uomini e Donne, Andrea Dal Corso bisessuale? L'escort trans: «È un finto etero»

L'orientamento sessuale di Andrea Dal Corso, corteggiatore di "Uomini e Donne" e protagonista dell'ultima edizione di Temptation Island, è finito al centro di un pettegolezzo che continua a rimbalzare sui social. L'escort transessuale Guendalina Rodriguez ha dichiarato che il giovane è un "finto etero". Sembra che i due si conoscano bene e anche Dal Corso ha ammesso di aver incontrato la Rodriguez. 

Paris Jackson, figlia di Michael, tenta il suicidio dopo il documentario "Leaving Neverland"
Jeremias Rodriguez: «Soleil? Non sono innamorato. Le mie sorelle non approvano»

«Andrea - spiega Guendalina in un'intervista a Il Giornale - non è capace di provare sentimenti. È una persona molto menefreghista. Molto egoista. Penso che gli abbia fatto comodo il trono di Teresa. Io penso una cosa: se io fossi stata una mitomane, Andrea avrebbe postato una storia su Instagram dove avrebbe negato categoricamente tutto quel che si dice su di lui. Invece, non ha mai smentito nulla perché sa come andrebbe a finire. Io non sono una pazza, non mi invento nulla. Sabato sono stata in un locale in Corso Como, a Milano. Ero con un amico gay. Mi reco verso la cassa, mi avvicino al bancone, e lì chi mi ritrovo? Andrea Dal Corso. Mi dice: “Hey ciao tesoro, come stai?” E io: Bene!” . Già prima di questo incontro ci siamo sentiti. Parliamo spesso del più e del meno ed altro. Alcune conversazioni sono troppo private. Sai perché si comporta così? Perché sa benissimo che io potrei anche rovinarlo se volessi e proprio nel vero senso della parola, ma non è nel mio interesse perché ti dico una cosa: io sono una escort trans. Se Andrea Del Corso è bisessuale? Penso proprio di sì. Andrea è un finto etero. È una persona molto interessata anche all’altro sesso».

La replica di Andrea è arrivata su Instagram, ma il post è stato subito dopo cancellato: «Direi che il gioco è bello fin che dura poco. Vediamo di mettere un punto a queste cavolate, anche perché odio essere mescolato a cotanta ignoranza. Ricapitoliamo: 1, non era una discoteca, ma un bar vicino a Corso Como. 2, prima volta che la vedevo in vita mia. 3, dopo la foto richiestami, me ne sono andato e non ho più avuto a che fare con quella persona. 4, non vado ad escort e fortunatamente non ne ho bisogno. Ne tantomeno vado a trans. 5, sono etero. 6, confido in futuro nella decenza e intelligenza delle testate di gossip nello smettere di far pubblicità a morti di fama senza arte ne parte».
Domenica 17 Marzo 2019, 13:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA