Totti, Ilary e gli alimenti, l'avvocato nega tutto: «20mila euro al mese? Bugie, lei non ha chiesto nulla»

La smentita dell'avvocato della Blasi sulle cifre emerse ieri sulle richieste di Ilary a Totti

Totti, Ilary e gli alimenti, l'avvocato nega tutto: «20mila euro al mese? Bugie, lei non ha chiesto nulla»

Spunta un'altra puntata della "serie" sulla separazione tra Francesco Totti e Ilary Blasi. Avevano chiesto riserbo lo scorso 11 luglio nel comunicato disgiunto che riportava la fine del loro matrimonio, ma il gossip si è inseguito per tutta l'estate. Si era sperato l'accordo potesse essere consensuale, ma così non sarà: ieri sono emerse le prime indiscrezioni, sul Corriere della Sera, sulle richieste reciproche da parte dei due ex coniugi.

Totti torna sui social per la prima volta dopo l'addio a Ilary: un messaggio (nascosto) all'ex moglie?

Ilary, scriveva il Corriere, avrebbe chiesto 20 mila euro per lei e 17,5 per i figli al mese per l'ammontare di 37,500 euro al mese. Totti avrebbe risposto con una proposta che includeva zero euro per l'ex moglie (visto che guadagna molto bene) e 7.000 per i figli. Cifre distanti anni luce per pensare di poter trovare un compromesso. Ma la realtà è un'altra e a spiegarla è stato proprio il legale della Blasi.

Totti-Ilary, l'accordo sfuma: parla l'avvocato di lei

«Sono state diffuse una serie di notizie false. In particolare la signora Ilary Blasi non ha mai chiesto nessun assegno di mantenimento per sé: né di 20mila euro né di 10mila euro né di 1 euro. Questa notizia fa parte ancora una volta di una precisa strategia extraprocessuale per tentare di far passare la signora Blasi per quello che non è», afferma l'avvocato Alessandro Simeone.

 

La replica è arrivata attraverso una dichiarazione a Repubblica. L'accusa alla crew di Francesco Totti di strumentalizzare la stampa al fine di danneggiare l'immagine di Ilary è chiara: la strategia delle persone vicine all'ex capitano, secondo l'avvocato Simeone, non si ferma solo a voler far credere che Ilary è una persona attaccata al denaro ma anche le plurime relazioni extraconiugali che le sono state attribuite sono frutto di fantasiose quanto mirate voci volte a rovinare l'immagine della donna. «Falsità sono precisa strategia». Insomma pare ormai impossibile che i due ex coniugi giungano a un accordo pacifico e ora l'ultimo fischio della partità Totti-Ilary spetterà al giudice.

 


Ultimo aggiornamento: Martedì 4 Ottobre 2022, 00:46
© RIPRODUZIONE RISERVATA