Kate Middleton: «Voglio che i mei figli facciano le stesse esperienze degli altri bambini»

Kate Middleton desidera per i suoi figli «una vita normale». La duchessa di Cambridge, moglie del principe William, non vuole che i suoi tre bambini restino chiusi in  una prigione dorata ma facciano le stesse esperienze degli altri loro coetanei. Kate Middleton, 37 anni, madre del  principe George, di sei anni, la principessa Charlotte, quattro e il principe Louis, uno - li ha sempre incoraggiati a mettersi in gioco anche in attività all'aperto. I bambini sono stati più volte fotografati in atteggiamenti spontanei e buffi. «Kate ha sempre desiderato che i bambini vivessero nel mondo reale», ha confidato una fonte reale a The Sun. «Lei e William non vogliono che vivano in una bolla dorata. Vogliono che crescano con le stesse esperienze degli altri bambini».

Leggi anche > Ylenia Carrisi, mamma Romina Power non smette di cercarla: «Non ho mai perso la speranza»

Secondo le confidenze filtrate dalla casa reale e riportate dal Daily Mail, l'educazione che Kate intende dare ai suoi figli sarebbe influenzata dalle convinzioni della principessa Diana che non aveva paura di infrangere la tradizione quando si trattava di comportarsi da genitore. «Kate è consapevole di quanto William amasse sua madre. Era molto delicata e voleva che William e Harry si adattassero ai loro compagni di scuola e sperimentassero la normalità». E Kate sembra seguire le orme di Diana. 



Proprio qualche giorno è stata vista acquistare abiti di Halloween per George e Charlotte, in un grande magazzino. E i fan hanno molto apprezzato questa scelta di normalità.  La duchessa  ha persino chiesto ad alcuni bambini come si sarebbero vestiti per Halloween mentre faceva shopping da Sainsbury's a Hardwick. E all'inizio di ottobre, tutta la famiglia era allo stadio a tifare per l’Aston Villa. E a Norwich, dove il club di Birmingham ha sconfitto i padroni di casa per 5 a 1 c’erano quasi tutti i Cambridge: William, George, Charlotte e Kate, solo Louis, troppo piccolo è rimasto a casa. 

Il più scatenato di tutti è stato il principino George, che non è stato fermo un attimo durante tutto l’incontro valido per la Premier League, la massima serie del campionato britannico, dove la squadra del cuore di casa Cambridge è tornata quest’anno dopo tre stagioni in Football League Championship, la nostra serie B. 

E a settembre, Kate ha deciso di contribuire alla creazione di uno speciale giardino a Chelsea, parte del suo progetto "primi anni", che esplora come le esperienze dell'infanzia abbiano un legame diretto con le questioni che alcuni adulti affrontano, come la dipendenza ed esclusione sociale.

 
Domenica 3 Novembre 2019, 16:22
© RIPRODUZIONE RISERVATA