Ddl Zan, Chiara Ferragni contro i politici: «Pagliacci senza pal*e»

La fashion blogger si è sempre battuta per i diritti Lgbt+ e ha dichiarato che l'Italia ha perso la speranza di diventare un Paese normale, civile e che tutela le minoranze

Video
di

Chiara Ferragni, insieme a suo marito Fedez, si è sempre battuta per i diritti Lgtb+ e il suo sfogo social su Instagram non è certo passato inosservato. «Siamo governati da pagliacci senza pal*e» ha commentato nelle Instagram Stories, subito dopo essere venuta a conoscenza dell'affossamento del disegno di legge Zan contro l'omotransfobia.

 

Leggi anche > Legge Zan, il Senato approva la «tagliola» con voto segreto: stop all'esame del Ddl

 

 

 

«Ci sono riusciti, hanno appena ucciso - continua l'influencer -  il Ddl Zan. E con esso la speranza di diventare un Paese normale, civile, che tutela le minoranze dai violenti e non, come da oggi continuerà ad essere,  i violenti dalle sanzioni». 

 

 

«Il Senato - spiega - ha appena votato a maggioranza in favore della tagliola, cioè di quella procedura che esiste solo in Senato e che consente di evitare la discussione di una legge. Lo hanno fatto. Hanno votato per impedire, dopo anni di discussioni, la discussione finale. L'ultimo passo. Quello che avrebbe portato a termine un cammino di civiltà che aveva superato tutti gli ostacoli. Tutti. Tranne questo che ha funzionato. E queste persone che dovrebbero tutelare i nostri diritti, esultano così quando il Ddl Zan viene affossato. Schifo», ha concluso la fashion blogger più famosa d'Italia. 

 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 27 Ottobre 2021, 16:37
© RIPRODUZIONE RISERVATA